La facilità di certi addii lascia quasi sconcertati...

La facilità di certi addii lascia quasi sconcertati

La facilità di certi addii lascia quasi sconcertati… Ti lascia quella sorta di “amaro in bocca”, quella sorta di silenzio che non ti passa affatto…

La facilità di certi addii lascia quasi sconcertati… Resti senza parole nel renderti conto che possano esistere persone di tale insensibilità, capaci di voltare pagina con la facilità estrema di chi non prova sentimenti, di chi non prova nulla che non sia il vuoto interiore, e, forse, che tende, a sua volta, a volerlo far provare anche a chi si trova davanti, rovinando la sua vita che, con tanta fatica, era riuscito a mettere in equilibrio!

Già, perché la cosa fondamentale che mi chiedo è perché certa gente si diverta a rovinare la vita delle persone, a rovinare l’equilibrio che costoro, con grande fatica, hanno cercato di conquistare duramente, con estrema fatica, riuscendoci anche: poi, d’un tratto, arriva qualcuno con il preciso intento di rovinarti quell’equilibrio, e magari ci riesce pure, non prima, però, di averti inferto il colpo di grazia, magari attraverso insensati e quantomai strambi “sensi di colpa” che pretende di farti provare, a qualsiasi costo, quasi come se fossi tu la parte sbagliata di quell’addio, il responsabile di quel dolore che qualcuno ha deciso di farti nascere. 

Sembra quasi che questa gente provi un sadico divertimento, una sadica e quantomai spietata voglia di far liberamente del male alle persone, quasi senza ragionarci su, quasi senza pensare alle conseguenze del loro dolore su chi dicevano di amare, e che, adesso, fanno scomparire dalla loro vita in maniera così semplice, così stupidamente facile, forse proprio perché loro stessi sono stati vittime di queste assurde dinamiche, dove il dolore è l’unica cosa che resta e non va via…

E così, la vita e le giornate si perdono nel ricordo di questi addii, nella scia di dolore che lasciano e che, per tanto tempo, ti si siede accanto, dandoti una quantomai poco felice compagnia…

Scrivi un commento