La gente si perde per colpa dell'orgoglio...

La gente si perde per colpa dell'orgoglio

La gente si perde per colpa dell’orgoglio… Amori che finiscono solo perché l’altro non vuole rendersi conto di aver sbagliato: è triste!

La gente si perde per colpa dell’orgoglio… Si, lo so che l’argomento è ampio e di difficile trattazione, per carità, ma quanti amori finiscono e non pensano nemmeno ad essere “salvati” per colpa di qualcuno che decide di impuntarsi sulle proprie decisioni, anche se errate, anche se palesemente sbagliate, anche se è in torto, solo per l’orgoglio di non tornare sui propri passi ed ammettere di aver fatto una cretinata?

Non c’è niente di strano o di immorale nell’ammettere di aver sbagliato: in fondo, siamo esseri umani imperfetti e fallaci, e ad ognuno di noi può capitare di sbagliare in qualche maniera, di dire o fare la cosa errata, di comportarci in maniera negativa nei confronti di una persona che, forse, non meritava tutto questo… Capita, anche se non dovrebbe capitare, ma non per questo se ne può fare un dramma, o, peggio ancora, non per questo bisogna arroccarsi sulle proprie idee!

Che poi, perché avere ritrosie nell’ammettere di aver sbagliato? Ad un certo punto, chi credeva di essere invincibile nelle sue posizioni inviolabili, si rende conto che era tutto sbagliato, che ha sbagliato tutto, e, peggio ancora, che magari ha anche fatto una grande, enorme, fesseria nel lasciare perdere tutto in quel modo. Rigore di logica vuole che, in questo caso, si faccia un passo indietro, e, con estrema umiltà, si torni sui propri passi, con educazione, chiedendo di rivedere insieme quanto è accaduto.

Certo, in teoria, perché in pratica è più semplice scappare da codardi e da immaturi: nessuna paura del rifiuto può giustificare un simile comportamento. E no: veder finire i sentimenti in questa maniera è davvero triste e snervante. In pratica, se preferite, totalmente inaccettabile!

Scrivi un commento