La perdita del senso di amore vero contro la superficialità

La perdita del senso di amore vero contro la superficialità

La perdita del senso di amore vero contro la superficialità è uno dei mali d’oggi: niente demagogia, soltanto riflessioni basate su reali esperienze!

La perdita del senso di amore vero contro la superficialità: ormai è tutta questione di immagine, ormai è tutta una questione di apparenza, senza mai domandarsi se, davvero, dietro quell’apparenza ci sia qualcosa di concreto e tangibile o soltanto un enorme, gigantesco, vuoto.

Ho conosciuto decine di corpi statuari e perfetti, meravigliosi simulacri del niente, del nulla reale, del nulla sentimentale, del nulla in senso di valori, ma esteticamente ed esternamente perfetti. E poi ci sono persone più normali che vengono scartate a priori, perché, logicamente, prive di interesse esteriore. 

Fortunatamente, io ho deciso di non essere un coglione che si uniforma alla massa, e ve lo dico apertamente: se pensate all’esteriorità come valore principale nel conoscere una persona siete semplicemente coglioni. Da anni, da sempre direi, ho cambiato realmente modo di vedere le cose, e l’ho fatto profondamente quando mi sono accorto che le cose che contano veramente in una relazione sono altre, e non sono certo basate sull’esteriorità. Ho conosciuto persone splendide, meravigliose, mature e sane di mente (sopratutto) scartate e rifiutate per colpa di un difetto anche minimo, magari derivante da qualche chilo di troppo, da un difetto fisico qualsiasi. Persone che nascondevano al loro interno il segreto di amori puri ed eterni, e tra loro si annoverano anche tante ragazze – sia chiaro – che mi raccontano come, spesso, siano state scartate dagli uomini perché ritenute “non belle”. Onestamente, ditemi la verità, non è da coglioni perdere un amore sincero e potenzialmente “eterno” (tra virgolette) solo per basarsi sull’esteriorità?

Un po, forse, parlo anche per esperienza: sono felice, però, di non essere mai diventato come quella marmaglia che cerca l’esteriorità e butta nel cesso gli amori veri… Vado veramente fiero di questo, e credo sia uno dei valori più alti che porto avanti con estremo senso del dovere e con estrema convinzione. E me ne fotto di quello che pensa la società, il costume, la moda: in una relazione si cerca l’amore, non la perfezione. Semplicemente perché – ficcatevelo bene in testa, razza di bifolchi – LA PERFEZIONE NON ESISTE!

Scrivi un commento