La scatola del mio passato

La scatola del mio passato

La scatola del mio passato giace ben lontana dalla mia vista e ha dentro ciò che resta di ricordi e di progetti finiti, inevitabilmente, dentro uno scatolone…

La scatola del mio passato, lontana dalla mia vita e dai miei ricordi, giace in un posto che ho voluto dimenticare e che non voglio nemmeno vedere. Fa tanta tristezza pensare che al suo interno c’è ciò che resta di un passato che credevamo fosse vincente e per sempre, e che, inevitabilmente, è finito tutto insieme, in fondo ad uno scatolone…

…E pensare che credevamo che fosse per sempre tutto quello che è rimasto in fondo ad un nulla, in fondo ad un silenzioso scatolo abbandonato strabordante di amori che hanno fatto battere il cuore, di risate, di lacrime, di mille progetti immaginando tutto quello che sarebbe stato delle nostre vite, che, senza nessun altro appello, senza nessun’altra via d’uscita, sono soltanto rimaste a prendere polvere da quel pomeriggio, quando, con il sole che mi faceva seccare le lacrime sul viso, andai a comprare quegli scatoloni, e con il cuore che mi esplodeva, con il viso che quasi si staccava dalla pelle per il dolore, passai delle ore, in silenzio, a montarli, uno ad uno, mettendo da parte – da quel momento per sempre – il “per sempre” che avrei voluto fosse davvero tale. Avevo deciso di non arrendermi ed ho cercato di farlo ancora per un po, ma poi ho lasciato morire quello che andava lasciato andare. In fondo, sarebbe stato come continuare ad adorare un cadavere sperando che si ridestasse a nuova vita: ma no, quando l’amore viene ucciso, quando i progetti vengono distrutti e fatti esplodere, quando la sola intenzione è quella di distruggere tutto quello che c’è stato e che ci sarebbe potuto essere, la sola cosa sensata è lasciare andare.

E forse, col senno di poi, è stata la scelta migliore.

Scrivi un commento