La ragazza sulla panchina

C’è una ragazza seduta sulla panchina .

E’ li da qualche ora. Chissà cosa pensa…
Si guarda intorno, guarda i palazzi intorno a se, il cielo, e sospira: ha i capelli biondi e gli occhi sono tristi. Chissà qual’è la sua storia.
Forse è andata via da casa, e ora è su quella panchina e pensa, riflette, o forse è stata lasciata dal suo ragazzo, e il suo sguardo triste e preoccupato si riflette nei suoi pensieri, che volano chissà dove, chissà a chi…
Forse è soltanto stanca dopo aver passeggiato, e ora si riposa all’ombra del caldo sole di Luglio: beve un pò, legge qualcosa. Poi si volta e ascolta un pò di musica, mentre guarda le auto correre davanti a se, veloci come i treni nelle gallerie.
Resta la, silenziosa, a guardare il tempo intorno a se, e mi domando cosa stia pensando: chissà quali frasi, quali pensieri corrono nella sua mente. Chissà cosa sogna, chissà cosa immagina, e quali lo s0no le sue aspettative per il futuro, per quel tempo che le corre davanti come il giorno e la notte, come la luna e il sole, come le stelle, come l’alba e il tramonto.
Ma lei resta la, riflettendo su qualcuno o qualcosa: guarda l’orologio e sbuffa ancora un pò, ma non si alza. Tiene la testa tra le mani, poi legge un volantino e si appoggia socchiudendo gli occhi. Forse ha solo bisogno di rilassarsi, di staccare un pò la spina dalla quotidianità, dai tanti affanni che la vita ci riserva. Forse vuole soltanto stare un pò da sola.

Poi si alza: prende le sue poche cose, e cominicia a camminare, finchè la sua silhouette non scompare all’orizzonte…

 

 

4 Commenti

  1. forse aveva un appuntamento e gli è andata buca o forse stava aspettando l’ora dell’appuntamento e si è avviata verso il posto dove doveva incontrarsi sono tanti i forse e i perchè una si ferma su una panchina……Ida

Scrivi un commento