Legge, al via la parificazione dei diritti dei figli

A breve, per legge, i figli legittimi, naturali e adottivi avranno pari diritti. I dettagli.

La distinzione tra figli legittimi, naturali e adottivi è destinata a scomparire: a breve, infatti, prenderà il via la Legge che “parifica” i diritti di ognuna di queste “tipologie”. Verrà, infatti, introdotto il diritto di “unicità dello stato di figlio” che, come prima conseguenza, avvierà importanti e sensibili modifiche ai Codici Civile, Penale, di Procedura Civile e Penale.

Importante novità anche nel rapporto tra genitori e figli: la “potestà genitoriale” diventa, ora, “responsabilità genitoriale”: tra l’altro, i figli nati fuori dal matrimonio si potranno riconoscere sia congiuntamente, sia separatamente dalla madre e dal padre, anche se già sposati all’epoca del concepimento. Passa, infine, da 16 a 14 anni l’età a partire da cui il figlio naturale dovrà essere riconosciuto esclusivamente previo suo assenso. Stesso discorso per l’età al di sotto della quale il riconoscimento potrà avvenire solo previo consenso del genitore che, per primo, ha effettuato il riconoscimento.

Scrivi un commento