Madre ritrova suo figlio grazie a Facebook : storie a lieto fine

Molti lo criticano e lo considero uno "sfasciafamiglie" , "sfasciaamicizie" e pericoloso sul luogo di lavoro perchè tende a far tacciare di essere "fannulloni" : eppure Facebook , alle volte , ci riserva storie come queste .
Proprio grazie al più famoso Social Network del mondo , infatti , Avril Grube , madre disperata , ha ritrovato il figlio Gavin Paros dopo 27 anni .
La storia è simile a tante che , giornalmente , si sentono : il padre di Gavin , infatti , portò via suo figlio quando aveva soltanto tre anni e da quel giorno non diede più sue notizie . Avril però , non si è mai arresa e , recentemente , è tornata a sorridere dopo una circostanza totalmente fortuita , in barba a tutti gli sforzi compiuti fino a quel momento .
La sorella , infatti , digitando il nome di suo figlio , quindi del nipote di Avril , su Google , ha ritrovato , tra gli altri , proprio il nipote , quindi il figlio della stessa Avril . Riconoscerlo è stato semplice dal momento che il ragazzo , sul suo profilo , parlava proprio della madre .

Dopo tante peripezie , finalmente , i due si sono incontrati : il padre del ragazzo , infatti , è morto nel 2006 . Adesso Gavin è padre di tre figli e marito di una splendida moglie .
Il ragazzo ha avuto qualche difficoltà perchè non parla la stessa lingua della madre , dal momento che , quando fu portato via dal padre , si trasferì , per colpa di quest’ultimo , in Ungheria .

Che dire di più ? Complimenti a Facebook e auguri a questa famiglia … Ritrovata !

 

 

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No cliccando sull’immagine.

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

 

2 Commenti

Scrivi un commento