Mancano quelle emozioni, ma, forse, manchi meno tu!

Mancano quelle emozioni, ma, forse, manchi meno tu

Mancano quelle emozioni, ma, forse, manchi meno tu, perché credo, spero, di aver fatto pace con il mio tempo passato. Per fortuna.

Mancano quelle emozioni, ma, forse, manchi meno tu, e credo sia proprio ciò che fa la differenza: non posso certo dire che non mi manchino tutte quelle meravigliose emozioni che ho vissuto e che abbiamo condiviso, certo, ma forse non è la persona a fare le emozioni, ma il modo in cui essere vengono vissute, e, sebbene mi renda conto che i momenti trascorsi insieme sono stati, a loro modo, veramente magici ed unici, mi rendo anche conto che c’era una sola strada obbligata che non poteva portare che al medesimo punto che ha già incontrato anni fa!

Ecco perché, a poco a poco, mi sono sempre più convinto che non poteva esserci un triste finale diverso, ma le emozioni restano, e per fortuna, come mi restano quelle immagini meravigliose e stupende di quei fantastici pomeriggi di primavera trascorsi a camminare lungo i viali alberati ed i giardini fioriti, con l’odore dei fiori d’arancio, del tempo più bello che potessi vivere ormai tanto e troppo tempo fa.

Mi resta nella mente la magia delle sere d’estate, l’odore dei gelsomini, i colori del cielo, il caldo del sabato pomeriggio ed il cielo rosa della domenica sera, guardando le montagne, guardando il tramonto, osservando il tempo attorno a noi, che, in un certo modo, non ci ha mai traditi come quel dolore che, in un solo frangente, ha frantumato quel sogno, che – lo ripeto – non poteva che essere destinato a quella triste fine!

Ed allora, non rinnego quei fantastici momenti ne quelle meravigliose emozioni che rivivo, qualche volta, con quel maledetto gusto amaro che le ha macchiate per sempre: potevano essere i momenti più belli della nostra vita, ma sono diventati un triste ricordo da gettare in fondo ad una scatola…

Scrivi un commento