Manifesto dell'inguaribile "Bamboccione"

Se ne fa un gran parlare in questo periodo …
Si parla dei tanto simpatici “Bamboccioni” , come li ha definiti il Ministro dell’Economia , Tommaso Padoa Schioppa : per chi ancora non sapesse chi sono costoro , si tratta di quei giovani che restano in casa dei genitori per lungo tempo , anziché crearsi una propria famiglia .
Ordunque : chiaro che , come sempre , non siamo qui per criticare o per trovare sempre l’appiglio per far scoppiare la polemica , mi piacerebbe spingervi alla riflessione .
Sono dell’idea che con gli stipendi che noi giovani ci ritroviamo a prendere (e io , di certo , non posso lamentarmi , per fortuna , ma quanti miei amici si lamentano perché guadagnano troppo poco , e un aumento di stipendio resta per loro solo un sogno ? N.D.Giomba) , è normale che pensiamo ben più di una volta a crearci una nostra famiglia o andare a vivere da soli , non credete ?
Come si può fronteggiare la crisi economica , con l’aumento degli affitti , l’aumento del prezzo della vita , l’aumento del prezzo dei beni di prima necessità , se non c’è uno stipendio che garantisca stabilità , ma soprattutto un futuro per i giovani ?
Come può , un giovane , crearsi una famiglia , se guadagna meno di mille Euro , e magari è pure precario ?
Quindi ,
  prima di additare i giovani come “Bamboccioni” , forse bisognerebbe aiutarli , bisognerebbe dar loro maggiori sicurezze economiche , varare riforme che li aiutino e che vadano a far diminuire il costo della vita , che vadano a dar loro sicurezze per il futuro ! E allora si che i “Bamboccioni” cominceranno , finalmente , a crearsi una propria vita !
Non penso che un giovane che guadagna una miseria , sia tanto felice di vivere ancora con la propria famiglia ed essere “una bocca in più” da sfamare , magari gravando anche sulle spalle dei propri genitori !
Di norma mantengo la calma , ma quando sento queste cose , credetemi , mi viene voglia di urlare di rabbia : ma dico è mai possibile che un giovane non soltanto non abbia delle basi solide su cui potersi costruire un futuro , ma debba anche sentirsi dire che vive per anni nella propria famiglia di origine ?

 

 


E allora , non sarebbe meglio riflettere più volte prima di “sparare a zero” , e magari aiutare i giovani che non riescono a “sbarcare il lunario” ? 

 

 

 

2 Commenti

  1. Riflettere prima di “sparare a zero”? per questa classe politica non è più possibile, ormai ha perso il contatto con la realtà, vive in un olimpo di privilegi, non pensa che un bamboccione è tale perche non ha alternativa sono sicuro che i figli dei politci non abbiano avuto nessun probblema a trovar casa e ad andare a vivere da soli. Ma finchè questi politici non torneranno alla realtà non potranno mai capirla quindi continueranno a sparlare

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!