Mi manca la condivisione di questo tempo così strano

Mi manca la condivisione di questo tempo così strano

Mi manca la condivisione di questo tempo così strano, e non posso negare a me stesso che questa sia la realtà dei fatti…

Mi manca la condivisione di questo tempo così strano, di questo vivere così silenzioso ed imperetterito, di queste mancanze che ritornano a farmi compagnia, spesso in silenzio, spesso improvvisamente, come il non rendersi conto di questa vita che passa e non lascia scampo a nient’altro che siano emozioni da guardare insieme, da osservare laddove manca tutto, laddove non c’è nemmeno un pensiero tale che leghi due anime ad uno stesso destino. No, manca tutto questo e non c’è modo di far finta che non sia così…

…Eppure, silenziosamente questa vita sembra voler cercare scampo a questo silenzio, a questo nostro riflettere e rifletterci, raccontare e raccontarci, ma resta ben poco quando ti guardi intorno e senti che niente è proprio come lo vorresti tu, e cerchi, allora, di fare finta di niente, e cerchi di andare avanti comunque, di pensare positivo nelle tue notti insonni, ma giungi sempre e comunque ad amare constatazioni, fatte di solitudini, fatte di inutili pensieri che si avvolgono intorno ad altri inutili pensieri che ronzano nella mente, che destano tristezze e dolori forse mai del tutto celati…

…E così, questo tempo prosegue dritto nel suo incidere, nel suo essere tale e senza speranze, mentre qualcosa vorrebbe nascere, mentre qualcosa vorrebbe far sentire la sua presenza, il suo volo, il suo destino da scrivere, ma resta polvere di niente tra le dita sempre più vuote. Rimani ad osservare un tempo vuoto, statico e silenzioso, e più vorresti che le cose cambiassero e più ti rendi conto che non cambia proprio nulla…

…E ancora una volta, la sera con la sua tristezza torna a bussare alla tua porta. La accogli silenzioso e stanco, nell’attesa che tutto passi, in questo mare di vuoto così privo di parole…

Scrivi un commento