Milano, disoccupato s'inventa il lavoro: fare la fila

Sono tempi duri per tutti, così un quarantenne disoccupato di Milano si è inventato il lavoro: fare la fila. I dettagli.

Quando hai quarant’anni, un affitto da pagare, e vieni licenziato, c’è ben poco da fare se non inventarti il lavoro: dev’essere questo il ragionamento che ha spinto Giovanni Cafaro ad inventarsi un’occupazione. L’uomo, infatti, “fa la fila” di professione: laureato, fino a qualche tempo fa era direttore marketing di un’azienda che, a causa della crisi, ha deciso di chiudere. Giovanni, tuttavia, non si è dato per vinto e ha iniziato a pensare ad un’attività alternativa, finché ha avuto l’illuminazione. Giovanni “fa la fila” per 10 Euro all’ora: la gente gli da dei compiti, come fare la spesa o pagare le tasse, e lui, con tanta calma, si mette in fila ed effettua i pagamenti o gli acquisti. Al termine, rilascia anche la ricevuta fiscale.

L’uomo pensa in grande: se gli affari continueranno ad andare bene, intende aprire, addirittura, un’agenzia per offrire tale servizio, anche se, per il momento, si accontenta della “cerchia ristretta” di clienti abituali.

Prendiamola con un sorriso, non fosse altro che per lodare l’ingegno di quest’uomo… Ma viene da se che, da ridere, c’è davvero molto molto poco…

Scrivi un commento