Mistificare il presente dimenticando il passato

Mistificare il presente dimenticando il passato

Mistificare il presente dimenticando il passato è una tecnica che sembra andare di moda, ma certe cose non si dimenticano. Affatto…

Mistificare il presente dimenticando il passato, e magari giocare anche con il futuro, già che ci troviamo: non so perché accada, ma so che accade sempre più spesso, e questa cosa m’infastidisce non poco.

Sono sempre più, infatti, le persone che giocano a mistificare il proprio presente e quello che sarà il proprio futuro dimenticando che il proprio passato non è esente da ricordi da parte delle persone: è facile, fin troppo facile, vivere indossando quella meravigliosa maschera sociale, fatta di infime falsità che dimostrano un gigantesco vuoto, ma c’è un passato, c’è un gigantesco bagaglio di esperienze che non sbaglia mai su chi siamo adesso.

In fondo, chi pretendiamo di prendere in giro tranne che noi stessi? Come pretendi di essere credibile quando tutti sanno chi eri nel passato e tutti sanno chi sei nel presente, ma ti ostini a voler dimostrare qualcosa che, in concreto, neppure esiste? Ma vallo a dimostrare a certe menti eccelse che pensano di essere talmente furbe da fregare il loro prossimo. Certo, può funzionare se qualcuno non ti conosce, ma chi siamo davvero esce sempre fuori, che ci piaccia o no, e non c’è maschera, non c’è falsità ne mestizia che possano reggere il gioco di chi pretende di dimostrarsi per quel che non è.

A pensarci bene, è qualcosa che lascia in bocca un velato (mica tanto) senso di tristezza e mestizia, sopratutto immaginando chi, per esistere, ha bisogno di ostentare una sicurezza che a conti fatti non ha, non ha mai avuto e non avrà. Si tratta solamente dell’ennesimo inganno della povera e miserabile vita di questa gente modesta, necessitata a doversi falsificare, a doversi vendere, a dover dimostrare quel che non è per cercare una propria dimensione nel mondo…

Scrivi un commento