Natura, arriva la nave "raccogli plastica"

Un’apposita imbarcazione per raccogliere la plastica in mare e studiarne gli effetti sugli animali: si chiama “Plastic Busters”. Scopriamola insieme.

Ideata dai ricercatori dell’Università di Siena, “Plastic Busters” farà il giro del Mediterraneo alla ricerca di plastica, alfine di studiarne l’impatto, e gli eventuali effetti, sugli animali che popolano le acque: il progetto sta già avendo riscontri molto positivi, specialmente per l’importanza dell’argomento trattato. Secondo i ricercatori, infatti, c’è troppa plastica nei nostri mari, e questo è pericolosissimo per gli animali che possono ingerirla con conseguenze, spesso, purtroppo, fatali. Non contiamo, poi, che anche i pesci ingeriscono la plastica, e quando quei pesci arrivano sulle nostre tavole, finiscono nei nostri stomaci. In quel caso, le conseguenze le paghiamo noi, che è ancora peggio!

Insomma: un’iniziativa lodevole che dimostra, ancora una volta, che la tecnologia, se usata nel modo giusto, può davvero essere utile per l’uomo, aiutandolo a vivere meglio!

Scrivi un commento