Natura, Eni inaugura i Server... Verdi!

La Eni inaugura un “Datacenter” contenente i propri server che, però, hanno una particolarità: rispettano l’ambiente. Scopriamo come.

Efficienza energetica e consumi ridottissimi: Eni batte Google inaugurando un “Datacenter” contenente i propri server. Server che hanno una particolarità: rispettano l’ambiente pur lavorando a pieno ritmo. Come si può ben immaginare, infatti, i server consumano tantissima energia, ed altrettanta energia è necessaria per i sistemi di raffreddamento, per far si che non si guastino per colpa di eventuali surriscaldamenti. A tutto questo va aggiunto il fatto che i server ospitano i dati dei 90 paesi in cui l’azienda opera, quindi il carico di lavoro è, realmente, non indifferente.

L’avanguardia tecnologica raggiunta dal Datacenter, e il rispetto per l’ambiente che non prescinde, però, dalla potenza di calcolo, hanno permesso ad Eni di piazzarsi davanti a “big” internazionali come Google: i server sorgono nel mezzo della Pianura Padana e sono frutto di un investimento di 100 Milioni di Euro. Gli stessi server vengono raffreddati tramite l’aria esterna, evitando, quindi, che si sprechi ulteriore energia per gli impianti di raffreddamento, con emissioni di CO2 ridotte di ben 335 Mila Tonnellate all’anno!

Insomma: uno splendido esempio di tecnologia che funziona, ma non si dimentica di rispettare l’ambiente, a dimostrazione di come una “tecnologia eco compatibile” sia realmente realizzabile!

Scrivi un commento