Navigare a vista

Navigare a vista

Navigare a vista è una situazione sicuramente non bella e neppure piacevole che, tuttavia, si presenta spesso all’interno delle nostre vite…

Navigare a vista: capita, molto più sesso di quanto non s’immagini.

Ci si ritrova a vivere le giornate giorno per giorno, assolutamente inconsapevoli di quel che sarà, come sarà, quando sarà, perché sarà, se sarà. Semplicemente, ci si ritrova costretti a dover andare avanti in qualsiasi modo, anche senza certezze, anche senza sicurezze, anche senza la consapevolezza del sapere verso cosa ci si stia proiettando, verso quale strada, verso quale obiettivo.

La sola cosa che puoi fare, in casi come questi, è cercare di non arrenderti e fare in modo che la vita venga vissuta, davvero, a piccolissimi passi: non sai cosa accadrà, non sai come si evolveranno le cose, e non lo puoi sapere neppure se ti metti di principio. Tanto vale, ad un certo punto, rendersi conto che non abbiamo il potere di prevedere il futuro, vivendo quel che verrà un po per volta, senza andare troppo avanti con i pensieri, anche perché non serve.

Viviamo la vita ora dopo ora, attimo dopo attimo, impegno dopo impegno: se hai un impegno nella prossima mezz’ora, pensa a quello. All’impegno successivo penserai dopo, alle scadenze che hai tra tre giorni penserai dopo, alle bollette in scadenza, tasse e tutto il resto penserai in prossimità della loro scadenza, ma arrovellarsi il cervello prima, ponendosi domande del quale non sempre riesci ad avere una risposta rappresenta uno spreco inutile di energie mentali e fisiche decisamente evitabile.

Non è facile ragionare in questo modo, ma quando ti ritrovi a “navigare a vista” – e nella vita accade diverse volte – no puoi fare altro che comportarti di conseguenza se vuoi arrivare vivo alla fine della giornata. Basta solo fare pratica: tutto il resto verrà da se!

Scrivi un commento