Nessuno è totalmente sano di mente!

Nessuno è totalmente sano di mente

Nessuno è totalmente sano di mente: riflettevo su questa frase, uscitami fuori tra un pensiero e l’altro, e pensavo a quanto sia assolutamente reale!

Nessuno è totalmente sano di mente: fateci caso, e ditemi se non è vero…

…In fondo, chi può dirsi esente da un qualsiasi piccolo o grande disturbo che attenga alla sfera psichica o comportamentale, come un piccolo tic, la semplice ansia, o – purtroppo – disturbi anche più gravi che attengono la sfera psichiatrica? 

Beninteso, non vuole essere un’offesa, ma forse più una provocazione: tutti, in fondo, abbiamo quella piccola vena di pazzia figurata, chiamiamola così, che ci permette di vivere le cose in maniera “diversa”, magari anche a modo nostro, ma che ci rende unici e ci contraddistingue da tutti gli altri! E non per questo ci si deve, necessariamente, sentire sbagliati o “malati”: non c’è alcun motivo di definirsi tali, anzi! Spesso, essere un po matti – sempre nel senso figurato del termine – è anche un pregio, per certi versi, specialmente se saputo sfruttare!

Mi viene da pensare, ad esempio, alle persone con temperamento istrionico, la cui strutta di personalità è sicuramente tendente alla platealità ma, contemporaneamente, è protesa ad essere vincente, perché diventa una vera e propria freccia da poter scoccare a proprio favore, specialmente se si riesce ad esserne consapevoli, a non abusarne e a renderla utile e produttiva nella vita di tutti i giorni. Non è di certo semplice, ma credo che alla base di tutto debba esserci un’importante discernimento e conoscenza di noi stessi, dei nostri limiti, delle nostre capacità, delle nostre possibilità reali e concrete. Solo così possiamo sapere fin dove vogliamo e possiamo spingerci e fin dove possiamo e vogliamo “andare oltre”!

Insomma: qualcuno diceva che “non c’è gusto ad essere normali”, ma poi… Alla fine… Cosa è davvero normale?

Ma l’impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale!
(Lucio Dalla)

Scrivi un commento