Non è sempre il caso di fare gli eroi: a volte è meglio fermarsi!

Non è sempre il caso di fare gli eroi a volte è meglio fermarsi

Non è sempre il caso di fare gli eroi: a volte è meglio fermarsi, perché, in fondo, non dobbiamo dimostrare niente a nessuno, tranne che a noi stessi!

Non è sempre il caso di fare gli eroi: a volte è meglio fermarsi! Certo, è belo superare le proprie paure, le proprie ansie, i propri limiti, ed anche io l’ho ripetuto centomila volte, ma se questa cosa può, in qualche maniera, danneggiarci, in qualche maniera metterci in pericolo, per quale motivo dimostrarsi forti ed indomabili a tutti i costi, anche a costo di farsi male davvero?

Ripeto, dimostrare anzitutto a se stessi che si può andare “oltre”, che si può essere forti, che si possono superare i propri limiti è sicuramente affascinante, ma farlo, magari anche o soprattutto per cercare di dimostrare un qualcosa, come un essere forti e tenaci a tutti i costi, e magari fare delle cose che possano comportare un pericolo anche per noi stessi, semplicemente dovrebbe portare alla serena considerazione del non valerne neppure lontanamente la pena. E badate bene, non sto parlando del superare le ansie di ogni giorno, quelle che ci fanno stare male e ci rovinano l’esistenza, ma il mettere in atto una strana forma di “ostentazione di superiorità” che finisce soltanto con il danneggiare noi stessi, e solo per cercare di dimostrare agli altri… Cosa, esattamente?

Ah beh, potrei raccontarvene a bizzeffe, ma evito perché diverrebbe quasi una barzelletta: ad ogni modo, davvero, credo che superare le proprie ansie deve essere primario obiettivo di tutti noi, ma ostentare sicurezza anche laddove non c’è, e solo per dimostrare di essere forti, belli, giusti, imbattibili, quando noi stessi, magari, sappiamo bene che la verità è ben diversa, totalmente diversa, di fatto, è un’operazione definibile in una sola, unica, singola maniera. Semplicemente da coglioni, senza troppi complimenti!

Scrivi un commento