Non mancano le persone, mancano i significati dei momenti!

Non mancano le persone mancano i significati dei momenti

Non mancano le persone, mancano i significati dei momenti, ed ogni giorno che passa me ne rendo conto, specie guardandomi al passato!

Non mancano le persone, mancano i significati dei momenti: non manca una determinata persona, ma manca il bene che si stava in quei determinati momenti, il senso di gioia ed equilibrio, di spensieratezza, di benessere che si riusciva a provare in quei particolari momenti, in quei particolari giorni, mesi, anni…

Non è tanto “la” persona che manca, quanto tutto ciò che essa ha rappresentato, tutto ciò che essa è stata per noi: le persone se ne vanno, vengono, tornano, spariscono, cambiano e quasi sempre in peggio, ma non sono loro il vero fulcro del discorso. Piuttosto, è ciò che la conoscenza di quelle persone ha rappresentato per noi a renderci malinconici: è un po come se fosse il contorno il vero “centro” del dolore, non la persona che dovrebbe essere il “personaggio chiave” della storia. Manca tutto ciò che si è vissuto con una persona, manca quella rassicurante e meravigliosa routine di ogni giorno fatta della pseudo certezza di amarsi. Sebbene, talvolta, uscire fuori dal sogno idilliaco può, realmente, salvare la vita delle persone, evitandogli guai molto molto seri, quello che manca manca davvero, come mancano i sogni, come mancano speranze, progetti e sogni da condividere, manca la gioia di svegliarsi al mattino sapendo che c’è una parte che ti completa, e che lo fa davvero!

Ecco cosa manca, ecco cosa fa star male, ecco cosa fa piangere in silenzio: manca il bisogno di sentirsi completi, di sentirsi veramente vivi, sapendo che c’è qualcuno che ti ama e che lo farà per il resto del suo e del tuo tempo. Ma fintanto che tutto ciò non ci sarà, resterà soltanto il bisogno interiore di piangere per non sentire il dolore di silenzi davvero pesanti…

Scrivi un commento