Non c'è cura al mal d'amore


Una cura non c’è , o forse non l’hanno ancora inventata .
Non c’è cura all’indifferenza che brucia intorno , nel tempo , nelle situazioni che sembrano ripetersi , nella falsità , negli incubi che vivono ancora , ancora e ancora .
Non c’è cura alla tranquillità che non c’è più : non basta un gesto troppo lontano , ne un pensiero che sembra darti l’illusione di aver trovato un attimo di tranquillità , di aria fresca da respirare . Purtorppo , ci vorrebbe ben altro : ci vorrebbero sensazioni vere , pensieri che ti diano la forza di andare avanti . Quella stessa forza che molte volte manca , che alle volte sembra volatilizzarsi , che alle volte sembra perdersi nella stanchezza di vivere così , di vivere per inerzia , quasi senza più una ragione .
Il più delle volte pensiamo che ci sono cose più importanti , che ci sono gesti che possono darci la forza anche di scalare una montagna , ma sono proprio i piccoli gesti che riescono a darti quel qualcosa in più , che riescono a fare la differenza , mentre la solitudine ti mangia giorno dopo giorno , ti fa soffrire , ti esplode dentro e fuori , ti fa sembrare che le cose non vadano più verso il giusto , come dovrebbero andare , come dovrebbero realmente essere , cioè limpide , pure e splendenti … Invece cosa resta ora ? Che cosa resta tra le mani ?
Le persone che conoscono la mia vera sofferenza sono poche : se davvero le persone non si fermassero solo all’apparenza , capirebbero che dietro la maschera della felicità , si nasconde invece un dolore grande , una tristezza che va ben oltre un semplice sorriso …
Non avere un sentimento in cui specchiarsi è una cosa veramente brutta , e non avere più lo specchio dell’amore in cui specchiarsi , e perciò non riconoscersi più , è quanto di più brutto ci possa essere .
Giusto quelle poche persone che hanno ascoltato la mia storia , che sanno cosa è stato di me in questo ultimo anno , che SANNO chi è Daniele , non semplicemente “Giomba” .
Si “Giomba” : acclamato dal grande pubblico , che riceve centotrenta e mail ogni giorno , ed è costretto a non poter più tenere i messaggi sul server perchè a momenti esplode . Giomba , quello che molti conoscono , quello che ha vinto , quello che ….. Soffre .
Se solo si potesse pensare più a Daniele , se solo le vite e i pensieri che ho davanti potessero capire chi è Davvero “Daniele” , chi si nasconde dietro quella figura virtuale – invisibile che scrive sul suo blog , ormai diventato sfogo per mille pensieri … Se solo molti sapessero anche solo una piccola parte del dolore che ho dentro … Se solo la gente sapesse la mia sofferenza , e tutto quel che è stato di me in quest’ultimo anno , perchè , il “male psicologico” è ancora più brutto di quello fisico . Non va via facilmente , non se ne va con il classico “colpo di spugna” . Lui rimane , s’instaura dentro di te , ti rovina il tempo e le giornate . La quiete d’un tempo diventa miraggio , e i sentimenti che prima ti davano la forza di andare avanti , diventano ora pugnali infuocati , l’uno dopo l’altro , alle spalle , ancora , ancora e ancora .
Dietro la maschera di una persona che scrive d’amore , si nasconde la sofferenza di sentimenti troppo tormentati …

14 Commenti

  1. Bello il blog nero, a me piace di più, anche se presumo per te rappresenti altro….

    DANIELE…
    SE SOLO MI ASCOLTASSI OGNI TANTO!!!!!!!!!!!!!
    SE SOLO SAPESSI guardare avanti invece che indietro.
    SE SOLO ti rendessi conto della tua età.

    Nulla si butta via con un colpo di spugna, niente di niente.
    E nessuno può farlo al posto tuo.
    Che hai persone che ti stimano e ti vogliono bene lo sai, e non per il blog che santo dio è pur sempre e soltanto un blog!
    A volte è più difficile pensare “oggi reagisco” ed è più semplice trastullarsi nei ricordi e nel dolore che ne deriva.
    Il mondo è pieno di ragazze e donne che incontrerai sul tuo cammino, e il passato a quel punto sarà soltanto passato.
    Non sarà bello nè brutto, solo…passato.
    Lo so che spesso ti sgrido, ma tu sai che sono fatta così e sai anche altre cose di me: io non mi voglio sedere su una sedia ad aspettare che la vita passi e potrei essere tua madre.
    Perciò ti prego, abbi il coraggio di guardare in faccia la realtà, e alzati.
    Ti voglio bene

  2. Daniele sn passato a salutarti… non avercela con me, ma io ti ho detto quelle cose solo per il tuo bene, perchè sei un bravo ragazzo e devi guardare in avanti… il passato è passato… guarda il presente e cerca di immaginare il futuro ke vorresti!!!! Ci sarò ancora qualche giorno online, poi fino a settembre non ci sarò più!!!! Un abbraccio carissimo!!!!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!