Oggi ho incontrato un randagio ...


Oggi , camminavo , con in mente i miei soliti pensieri , la mia solita vita , mentre continuo a rmunginare su quel che mi manca , su quello che non ho , sulla pace che vorrei avere , sull’amore che vorrei tanto stringere a me , e mentre camminavo lì , vicino a me , passa un randagio .
Era ferito , poverino , ma era davvero un bel cagnolotto , con il pelo folto e gli occhi azzurri …
Camminava lì , accanto a me , e mentre arrancava sul marciapiede , la gente lo scanzava , e aveva paura di lui : le madri prendevano in braccio i bambini , che sorridevano a quel cagnolone , e lo additavano come se per loro fosse una meraviglia , e forse lo è , e le donne , impaurite , cambiavano strada , per paura che quel cane potesse aggredirle , potesse farle del male , quando invece , povero cagnolino , che colpe aveva lui ? Sta di fatto che , però , tutti lo scanzavano …
Poi , ad un tratto , mentre ero lì , a guardare le vetrine , lo vedo fermarsi davanti ai tavoli del ristorante all’aperto , e sedersi sull’asfalto caldo , e poi cominciare a scodinzolare : se fossi stato un cane di certo anche io avrei fatto così , visto che sul tavolo c’erano prelibatezze che emanavano nell’aria un odorino niente male …
Le persone al tavolo non si erano accorte di lui , ma appena lo hanno visto , han cominciato ad urale e , impaurite , lo hanno cacciato .
Lui , con il suo sguardo triste , si alza piano e torna indietro .
Poi , arriva verso di me : mi è venuto istintivo dargli una coccolina , una carezza , e sta di fatto che sembra davvero avere apprezzato , visto che è stato praticamente tutto il tempo a passeggiare insieme a me , accanto , che quando poi sono andato via mi è quasi dispiacuito , e di certo è dispiaciuto anche a lui .
Ecco , io mi sento come quel cagnolotto : abbandonato dal mio amore , triste , solitario , a vagare da solo per le strade , con in mente i pensieri di una vita che resta solo un utopia nei miei sogni , nella mia mente , perchè so che nulla cambierà mai , che nulla ci sarà ancora insieme a me .
Quanto vorrei poter , anche solo per un attimo , vivere quella gioia che prima era accanto a me , che prima era mia , che prima era li , a darmi le coccole e la compagnia che , come quel cagnolino , mi mancano e mi fanno soffrire , e mi fanno davvero pensare a quel futuro che doveva essere nostro , a quella gioia che volevamo vivere insieme .
Poi … PUFFFF …. D’un tratto è sparito tutto : la magia , il sogno e il sentimento , pensando e ripensando …
Mi fa tanto male pensare che non ci sia più nulla , che lei non possa più provare nulla per me , che lei non possa nemmeno soffrire più per me , ma lo vedo intorno a me , è evidente , palese : quante cose sono cambiate , come il telefono che ormai non squilla più , che ormai non mi da più quell’ultimo “filo conduttore” che era rimasto …
Non posso dire di essere felice , non posso certo dirlo : quel che mi manca , in fondo , è un pò d’amore , un abbraccio , una carezza e un bacio … Proprio come come quel cagnolinU ….

Come vorrei …
(Ricchi e Poveri)

Ci sono giorni in cui non dormo e penso a te ,
sto chiuso in casa col silenzio per amico ,
mentre la neve dietro ai vetri scende giù ,
ti aspetto qui vicino al fuoco …
In questo inverno c’è qualcosa che non va ,
non è Natale da una volta nella vita ,
eppure è stato solamente un anno fa ,
speriamo che non sia finita ….
Come vorrei come vorrei amore mio ,
come vorrei che tu mi amassi a modo mio ,
che questa sera troppo triste troppo uguale ,
non fosse più senza di te …
Come vorrei come vorrei amore mio ,
come vorrei che questo amore che va via ,
non si sciogliesse come la neve al sole ,
senza parole …
Dovrei capirti quando vedo che vai via ,
e non amarti quando non vuoi farti amare ,
senza cadere in una nuova gelosia ,
che solo tu mi fai provare …
Come vorrei come vorrei amore mio ,
come vorrei che tu mi amassi a modo mio ,
che questa sera troppo triste troppo uguale ,
non fosse più senza di te …
Come vorrei come vorrei amore mio ,
come vorrei che questo amore che va via ,
non si sciogliesse come la neve al sole ,
senza parole …
E questa volta un altra donna non verrà ,
a cancellare la tua impronta sul cuscino ,
anche alla luna gliel’ho chiesto e non ci sta ,
non vuole più starmi vicino …

2 Commenti

  1. Ciao, Daniele, scusa se non ho letto il tuo nome e lemolte altre cose che ci sono scritte sul tuo blog che sto cercando di scoprire poco per volta, perchè credo che le cose belle vadano viste con attenzione e con i giusti tempi.
    La tua mail non è arrivata, cosa che mi spiace molto.
    Se ti va prova a rimandarmela.
    Spero che il mio commento non sia stato frainteso, io capisco bene la tua sofferenza, credimi sulla fiducia, e la tua sofferenza si sente, si percepisce, si può quasi sentire con le parole che scrivi e noi leggiamo.
    La tua sofferenza, il tuo dolore, non andranno mai persi in indifferenza, ma non perchè qualcuno la può vedere o sentire, ma perchè ti aiuterà, ticambierà forse, un giorno lo saprai con certezza.
    Ti auguro una buona notte, spero di ricevere la tua mail, mentre io cerco di capire per quale diavolo di motivo il mio blog è…sparito!!!!!
    Ciao, Daniele (è un bel nome).
    Simo

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!