Palermo, inventato il "bastone virtuale" per non vedenti

Inventato presso l’Università di Palermo il “bastone virtuale” per non vedenti. Scopriamolo insieme.

Un team di ricercatori dell’Università di Palermo ha dato vita ad un’app destinata ad aiutare i non vedenti: si tratta di una sorta di bastone virtuale chiamato “Arianna”. L’invenzione è stata presentata a Boston: il suo utilizzo si basa sulla videocamera di un qualsiasi smartphone, che viene utilizzata per individuare un tracciato sul pavimento, esattamente come si farebbe con un bastone. Per indicare il tracciato, lo smartphone vibra, indicando la giusta direzione. Naturalmente, non è casuale il nome “Arianna”, ispirato al celeberrimo “filo” nel labirinto del Minotauro.

Una grande scoperta, quindi, che non soltanto dimostra che la tecnologia, se usata bene, può realmente essere utile, ma che ci riempie di orgoglio in quanto creata da alcuni nostri concittadini. Complimenti!

Scrivi un commento