Perchè "il diverso" ci fa così paura ? Blogger , a voi la parola !


Da giorni mi faccio una domanda , a cui non so dare risposta :
perchè chi in qualche modo è “diverso” da noi , per il colore della pelle , per i modi di pensare , o anche solo perchè , ad esempio , è “omosessuale” (dando per inteso che “diverso” in questo caso non ha un accezione nagativa , almeno per come la sto intendendo io in questo istante , quindi nessuno si senta offeso ! :-) , viene subito messo al centro delle paure di chi sta intorno , o peggio ancora , viene preso di mira e messo al centro di critiche e gossip , oppure , nei casi più gravi , diventa vittima di violenza verbale e fisica ?
Ci avete mai pensato ?
Eppure quante volte lo sentiamo dire nei telegiornali , di ragazzi di colore picchiati proprio per il colore della pelle , oppure di ragazzi omosessuali che vengono picchiati per il loro orientamento diverso ? Perchè chi non la pensa come noi , chi è in qualche modo “diverso da noi” , per sue caratteristiche fisiche o psicologiche e di pensiero diventa vittima dell'”ideologia dominante” , quella a cui tutti devono sottostare ?
Se ci pensate , anche le violenze su alcuni ragazzi down , di cui si è sentito parlare nei TG fa parte di questo tipo di violenza !
Ma , senza esagerare con esempi troppo “estremi” , voglio farvi un piccolo esempio pratico , per dimostrare che questa sorta di “violenza” verso chi tenta di andare “controcorrente” , fuori dalla massa : avete mai notato che chi non segue la moda del momento è sempre al centro di sguardi , occhiatine e frecciatine varie , ad esempio , tra i colleghi d’ufficio o dagli amici ? Oppure , andando ancora più nello specifico , i bambini che vanno alle elementari che vogliono “Lo Zainetto di Dragon Ball perchè ce l’hanno tutti !”
Un altro esempio verso chi “è diverso in qualche modo da noi” , potrebbe essere quello stupido e infelice esempio che certe persone portano ai bambini per infondere loro paura (e rovinarli infondendo loro , seppure in “buona fede” un pregiudizio) : se non fai il bravo ti faccio mettere nel sacco dall’uomo nero !
E’ una cosa che non sopporto , davvero : è più forte di me …

Sapete qual’è la verità ? Secondo me basterebbe solo più “buon senso” , tutto qui ! … E voi che ne dite ?

Aspetto di sapere cosa ne pensate in merito !
;-)

20 Commenti

  1. La tua è una domanda molto interessante, ma allo stesso tempo molto facile.
    Ciò che è “diverso” non ci fa paura, seplicemente ci mette a disagio perchè non appartiene al nostro quotidiano, non rientra nel nostro modo di vivvere-pensare…
    Sicuramente la mia è una risposta banale, ma a volte la banalità dà la risposta migliore…
    tu che ne pensi?
    :*

  2. Vedi , penso che in questi casi per “forza di cose” si debba dare una risposta “balae” che poi banale non è , perchè è l’unico modo per avere una risposta :-)

    Baciotti per te :-***

  3. Ciao dolcezza :) un salutino veloce e un bacio solo per te :)
    Sai la voglia di creare queste grandi scie dove tutti fanno quello che fanno tutti, come vestirsi in un certo modo o pensarla in un’altro è, per me, un segno di debolezza da un certo punto di vista :).. Quando si crede in se stessi, quando si è raggiunti un punto in cui si sa chiaramente chi siamo o cosa vogliamo, allora si finisce di preoccuparsi se si ha o meno il vestito firmato o di moda.. :) ci si piace e basta… :) E’ più facile a volte seguire la massa.. :) ma è più bello seguire se stessi..
    Così come per il “diverso”.. a volte è solo paura ma chi riesce ad andare oltre vedo anche quanto può essere bello essere “diversi”.. ciao gioia bella :) un bacio

  4. Oddiomioddddioooooooo io nn dovrei proprio parlare: sono una bellissima insalata mista…Ho nel sangue di certo non meno di due razze e svariate Nazioni…ihihih Cmq dai….odio il razzismo e mi definisco cosmopolita… PS. Ho postato una lettera aperta a Babbo Natale… Una sorta di albero dei desideri per tutti gli amici e i blogger che sanno sorridere … Ora tocca a te posizionare i tuoi sogni, le tue lamentele e bramosie, i tuoi ghiribizzi e le tue fantasie, le tue voglie ed aspirazioni… e mi/ti auguro che ogni desiderio sia esaudito…Ti aspetto. Un bacione nutelloso, Jenny

  5. Io personalmente penso che la gente oramai sta diventando cattiva e dalla propria cattiveria ne ricava l’approvazione di chi gli sta intorno … Prendi ad esempio cosa abbiamo dovuto sentire in tutti questi mesi….Voci di corridoio molto pesantie cattive è la cosa che più mi ha indignato è stata che non abbiamo fatto nulla per meritarcele…Eppure il mondo non può fare a meno di giudicare persino la chiesa giudica e il rispetto dell’essere umano va dimenticato in un nano secondo…Prendiamo l’omosessualità ho molti amici omosessuali e con loro ci sto anche molto bene rido è scherzo tranquillamente è non sento alcun tipo di differenza nello scherzare con tutti gli altri miei amici etero…Perchè prima di essere etichettato Gay credo che bisognerebbe accorgersi che si sta parlando di un essere umano con dei sentimenti come tutti noi…e chi giudica senza alcun motivo per me non è altro il primo ad avere un “difetto”..Il Giudizio Cattivo!!!

  6. “Il diverso” è destabilizzante, specie per la nostra cultura occidentalizzante…..Siamo molto egoisti e nonostante i buoni propositi delle nostre ideologie scadiamo sempre in un egoismo che ci porta a dire:”Se non mi somiglia potrei essere io quello che è dalla parte sbagliata”….una persona diversa ci dovrebbe far aprire gli occhi, ci dovrebbe dare l’opportunità di imparare e capire cose nuove, invece ci si ritrova nel proprio egoismo fatto di comoda bambagia….hai presente quelle persone che per andare in un posto fanno sempre la stessa strada?, non cambiano mai nemmeno il marciapiede (se sono a piedi)? bene è così…
    Il diverso è una nuova visione della vita e questo potrebbe inclinare il nostro status quo ed allora meglio emarginarlo e perchè no buttargli addosso tutte ne nostre frustrazioni….tanto lui essendo diverso non ha la possibilità di “Sentire” come noi…..
    Cmq prima o poi nel mio blog potrai leggere dei “Diversi” che io amo teneramente, perchè sai che c’è forse siamo noi stessi diversi …ed io me ne vanto
    Bacini

  7. E’ una lunga storia.. e se ci pensi, esiste da moltissimo tempo. La mia risposta è essere quello che si è, senza badare troppo a quello che dice la gente. Tanto anche se sei perfetto, trovano sempre qualcosa da dire

  8. Il “diverso” ci fa paura perchè viviamo di schemi di pensiero creati lentamente in noi dall’educazione. Tutto ciò che è diverso automaticamente si scontra con i pilastri della nostra “Moralità” intesa come insieme di norme
    che ci sono state “inculcate” dall’educazione,
    per cui chi ha una mente forte ed anche autocritica riesce a sradicare quel substrato di ottusità che inevitabilmente si porta dentro,
    chi è debole si adagia nel continuare a giudicare basandosi sui suoi schemi mentali, perchè sostanzialmente è PIù FACILE e crea meno complicazioni.

    Un bacione!!!!!

  9. Un po’ per ignoranza, è facile aver paura e sentirsi a disagio rispetto a qualcosa che non “conosciamo”, con cui non siamo mai venuti a contatto. Solo che non capisco come ancora oggi i bambini vengono educati secondo schemi così rigidi, eppure i bambini di oggi sono catapultati in un mondo in cui le diversità si mescolano tra di loro.
    Di persone che dicono di non essere razziste ne conosco tante…ma poi com’è che se in treno devono viaggiare accanto a un ragazzo di colore si spostano? Mi sa che di strada da fare ce n’è ancora tanta.

  10. Diversità come sinonimo di inadeguatezza nel mondo di oggigiorno. Diversità come sinonimo d’incapacità di adattarsi e, per questo punibile. Fin da itempi dei tempi, l’uomo ha nella sua diversità, associato il male e l’estremo. La diversità affonda le proprie radici nelle paure dell’uomo, quelle ataviche, che risiedono nell’incapacità di spiegare razionalmente la metafisicità delle cose che accadono. Cosi, l’uomo ha cercato di dargli un senso, creando mostri e figure astratte, come l’uomo nero, l’uomo cattivo che vive nel buio, nascosto agli umani, circondato dalla sua cattiveria e nella sua tenebrosa solitudine, fatta d’incapacità di dialogare con l’umanità. C’è anche una sorta di superiorità nella condanna della diversità, sia essa religiosa, fisica, di colore o intellettuale. Una sorta di difesa del proprio “piccolo orto” che ognuno si è creato per affermare il proprio diritto a prevalere e vivere a suo modo. Nella condanna della diversità, c’è anche tanto ciniscmo e ipocrisia, credimi.

    Un caro saluto, Marion

  11. Spesso le persone agiscono in questo modo, perchè mossi dall’invidia e forti del fatto di riuscire ad essere più forti verso una persona solo attaccandola sulle sue “debolezze” (che poi non sono debolezze). Questa credo sia la cosa più squallida che una persona possa fare.
    E comunque ammiro le persone, che, nonostante tutto, non si adeguano a quello che gli è “imposto” (a volte anche con la forza e la prepotenza), ma lottano, cercando di non abbassarsi mai alle ingiustizie!
    E comunque è proprio, perchè siamo diversi, che, per fortuna, non tutti agiscono così superficialmente! :-) buona giornata bax

  12. Amicic ari ,
    ho letto con molta attenzione ogni vostro commento … Mi lasciate senza parole perchè dietro ognuno di voi c’è un uragano di pensieri , di emozioni e di modi di vedere la vita che quasi mi emozionano !
    Ora apsso da tutti voi … Grazie davvero , veramente !

  13. A me il diverso non fa nè paura nè..altro…anzi, il più delle volte mi incuriosisce, dal nuovo o dal diverso da me ho sempre da imparare, nel bene o nel male.
    Quello che purtroppo temo non potrà cambiare mai è il razzismo, che non credo sia paura del diverso, credo sia solo, tristemente, ignoranza.
    Buona domenica Giomba.

    Giulia

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!