Perchè mettere al mondo un bambino per poi abbandonarlo poco dopo ?

Le festività Natalizie di questi giorni sono stati per me un’importante momento di riflessione .
Si , è vero : il Natale è un momento in cui rilassarsi , fare tanti doni , ma sopratutto è un’importante momento dell’anno in cui poter riflettere sulle tante storie tristi che i nostri telegiornali , ogni giorno , ci raccontano .
Ho pensato sopratutto alle tante storie di bambini che vengono abbandonati a poche ore dalla nascita , e mi sono chiesto perchè abbandonare un bambino , un’anima innocente che non ha colpe ? Perchè mettere al mondo un bambino e poi abbandonarlo in un cassonetto , come fosse un sacchetto della spazzatura , come fosse qualcosa d’inutile , di cui sbarazzarsi ?
Non ci sono parole per descrivere queste situazioni , che non hanno commento : non ci sono parole tanto efficaci che possano descrivere con precisione il silenzio di quei gesti , la tristezza di un povero cucciolo chiuso in un sacchetto e abbandonato , la , al suo destino , come fosse inutile spazzatura .
Chi butterebbe via il proprio figlio ? Chi si sbarazzerebbe come una scarpa vecchia del proprio bambino ? Del sangue del proprio sangue ?
A Natale siamo tutti più buoni , ma non dobbiamo dimenticarci di storie come queste , che purtroppo sono una triste realtà , i cui protagonisti sono quei bimbi che non hanno colpe , che non sanno perchè si sono trovati ad espiare colpe che non hanno , a vivere una vita piena di tristezza e solitudine , che non ha Natale ne feste , ma solo il freddo della solitudine . Il freddo di chi è stato abbandonato , gettato via come un sacco …

10 Commenti

  1. caro Giomba, mi meraviglio di te… ancora non l’hai capito che a Natale non siamo tutti più buoni, ma semplicemente ci dimostriamo più ipocriti che nel resto dei giorni dell’anno ? Tu chiedi chi butterebbe via il proprio figlio ? E non ci chiediamo del perché c’è gente che ammazza i propri genitori ? O si macchia di altre atrocità ? La risposta è sempre una caro Giomba… alla fin fine l’uomo si dimostra quel che è: una bestia. Poco da dire “noi siamo superiori alle bestie”. Non è vero, noi siamo la peggiore delle bestie. I fatti parlano chiaro: senza ritornar al passato, ai lager, agli stermini di massa piuttosto che alle foibe… guardiamo la cronaca di ogni giorno: omicidi, stupri e la gente ormai non si gira più nemmeno indietro. C’abbiam fatto il callo. E ci chiediamo ancora perché una mamma riesce ad uccidere il proprio figlioletto ?

  2. ciao

    nn credo al natale nel senso romantico o consumistico.

    nn amo ipocrisie e perbenismi.

    se le persone – NOI persone – arriviamo a fare qllo ke facciamo dobbiamo chiederlo a noi stessi.

    qste cose non accadono al di fuori di NOI.

    ………

    ciao grz

    v

  3. Ma perché, le scarpe vecchie le butti? Dammele a me. Io invece mi chiedo: perché metterle incinte? A me una così mi farebbe effetto tipo “Quando penso a Berlusconi” di Roberto Benigni, di cui ti cito un pezzo: “mi si sgonfiano i cog*****, mi si sgonfiano le pa***, non so più dove cercalle [ … ] mi si abbassa la pressione, e l’apparato genitale c’ha un collasso verticale”.
    Lian

  4. Ciao!
    Io dico sempre: chi non ha figli non può capire quanto è grande l’amore che si ha per loro.Ovvero, si capisce fino ad un certo punto.
    é un legame che non si può buttare così, come hai detto tu, come con una scarpa vecchia.
    Anche solo pensarle certe cose mi mettono una gran tristezza..
    A presto, Vania

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!