I pericoli dello squadrismo (di sinistra)

Lo squadrismo sempre più dilagante impone determinate riflessioni, specialmente alla luce degli ultimi eventi da parte di esagitati che trasformano il confronto politico in mera violenza.

Chissà perchè, però, a farne le spese sono sempre esponenti di destra: basti pensare a Daniele Capezzone che, ultimamente, si è beccato un pugno in faccia, o della più nota aggressione a Silvio Berlusconi.

Per carità, non voglio trarre conclusoni affrettate ma, ripeto, la cosa porta a delle conclusioni abbastanza palesi: premesso che non si fa “di tutta l’erba un fascio” ne, tantomeno, siamo qua a fare processi sommari, le aggressioni subite da esponenti di destra sono un chiaro esempio di “cultura dell’odio” che viene insufflata, purtroppo, da certi esponenti di una certa opposizione, probabilmente mai arresi al fatto che chi governa è sicuramente più forte di tutta l’opposizione messa insieme. E’ inutile dire che “gli avversari non sono nemici”: purtroppo, il clima d’odio scatenato da certuni porta a questo.

Costoro, non dovrebbero farsi un esame di coscienza?

Non sarebbe ora di darsi una calmata, di sanzionare come di giusto chi scatena questo clima d’ira e di collera? Fare opposizione significa forse incitare a malmentare chi la pensa diversamente?

Strano che un termine da sempre nato per indicare comportamenti “di destra”, da sempre detestati dall’opposizione, siano poi terminati col rappresentare una violenza da parte di una certa opposizione!

Per carità, non voglio di certo dire che chi fa questo tipo di violenze sia, necessariamente, di sinistra (anzi, la maggior parte delle volte si tratta di “svitati” senza freni inibitori, N.D.Giomba) ma voglio, invece, dire che, se lo fanno, sono istigati dal clima di odio politico che certuni scatenano!

E’ chiaro, palese, che la politica di Berlusconi, capace di rivoltare le carte di molti, dia fastidio all’opposizione che, in ogni modo e maniera, tenta di spodestare un Governo forte, ricorrendo anche a toni forti e aspramente polemici, che scatenano poi l’ira di certuni. Sostanzialmente, dove non arrivano le parole (della politica) arrivano le legnate (di coloro che sono stati “aizzati” dalla violenza!)

Di certo, sono i dati a dirlo: non sono quasi mai stati aggrediti esponenti di sinistra ma sempre di destra. E’ un chiaro segno che l’odio “rosso” andrebbe ridimensionato: certuni, quindi, dovrebbero davvero farsi un esamino prima di incitare alla violenza!

“Questo ultimo episodio di intolleranza contro un dirigente politico di centro destra dimostra quanto nel nostro Paese, oramai, le posizioni riformatrici e innovative del Governo Berlusconi e dei governi locali ad esso legati siano scomode a coloro i quali, in passato, godevano di privilegi e prebende.
La politica del presidente Berlusconi e degli uomini del Popolo della Libertà andrà avanti comunque, con buona pace di chi continua a distillare odio ed a gettare ombre e sospetti inutili, che fomentano personaggi malsani come colui che ha colpito Daniele Capezzone”

Giuseppe Scopelliti

9 Commenti

  1. Pingback: upnews.it

    I pericoli dello squadrismo (di sinistra)…

    Lo squadrismo sempre più dilagante impone determinate riflessioni, specialmente alla luce degli ultimi eventi da parte di esagitati che trasformano il confronto politico in mera violenza. Chissà perchè, però, a farne le spese sono sempre esponenti di d…

  2. Pingback: diggita.it

    I pericoli dello squadrismo (di sinistra)…

    Lo squadrismo sempre più dilagante impone determinate riflessioni, specialmente alla luce degli ultimi eventi da parte di esagitati che trasformano il confronto politico in mera violenza. Chissà perchè, però, a farne le spese sono sempre esponenti di d…

  3. Pingback: ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!

    Questo articolo è stato segnalato su ZicZac.it….

    Lo squadrismo sempre più dilagante impone determinate riflessioni, specialmente alla luce degli ultimi eventi da parte di esagitati che trasformano il confronto politico in mera violenza. Chissà perchè, però, a farne le spese sono sempre esponenti di d…

  4. Pingback: www.blog-news.it

    I pericoli dello squadrismo (di sinistra)…

    Lo squadrismo sempre più dilagante impone determinate riflessioni, specialmente alla luce degli ultimi eventi da parte di esagitati che trasformano il confronto politico in mera violenza…

  5. Pingback: notizieflash.com

    I pericoli dello squadrismo (di sinistra)…

    Lo squadrismo sempre più dilagante impone determinate riflessioni, specialmente alla luce degli ultimi eventi da parte di esagitati che trasformano il confronto politico in mera violenza. Chissà perchè, però, a farne le spese sono sempre esponenti di d…

  6. Veramente per squadrismo si intende una cosa ben diversa. Le aggressioni che hai citato sono azioni di singoli, come anche il presunto attentato a Belpietro.
    Si potrebbe definire squadrismo l’aggressione a Bonanni a Torino. Bonanni che, in quanto sindacalista, si dovrebbe però ritenere un esponente di “sinistra”.
    In generale direi che il problema è un governo molle da tempo che in tempo di crisi può non essere in grado di avere la meglio sui fenomeni violenti.

    • E’ innegabile, caro amico lettore, che la politica dell’odio porti anche a questo: ripeto, posto che si tratta di singoli esagitati, è preoccupante pensare che gli esponenti di destra ne facciano le spese! E’ palese, tuttavia, che questi personaggi vengono “aizzati” dall’odio e dal rancore!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU INSTAGRAM: Scopri i reel, le dirette e tantissimi contenuti esclusivi! CLICCA QUI!