Psicologia, le preoccupazioni riducono la vita

Diversi studi lo avevano ipotizzato in passato, ma adesso arriva la conferma ufficiale: le preoccupazioni riducono la vita. Ecco perché.

E’ notorio e risaputo che le preoccupazioni non fanno bene alla salute: la scienza, però, fa un “passo in più”, confermando, addirittura, che preoccuparsi riduce la vita! Un recente studio ha, infatti, calcolato che, in media, trascorriamo cinque anni della nostra, pari a circa due ore al giorno, in preda alle preoccupazioni, rimuginando sulle nostre ansie, prevalentemente riguardanti il lavoro, le finanze e i soldi, che non bastano mai… Se già questo “quadro” vi sembra “preoccupante”, sappiate che c’è molto di peggio: proprio le preoccupazioni, infatti, sono tra le prime responsabili della perdita di sonno, con conseguenze dirette sul proprio stato di salute, e, in generale, sulle condizioni del vissuto quotidiano, che, deteriorandosi, comportano una riduzione della vita, causata proprio da questo terribile circolo vizioso. Un circolo che, per il bene nostro e della nostra salute, andrebbe “spezzato” il prima possibile, pena guai anche molto seri…

…Pensiamoci: prevenire è sempre meglio che curare!

Scrivi un commento