Quando sarò papà ...


Il mistero della vita che nasce , di qualcosa che si crea e vive all’interno di una persona , ma anche il solo pensiero di diventare genitori , è qualcosa di splendido .
Che emozione vedere le mamme con il pancione , tutte intente a fare spese ai negozi Premaman , cercando la tutina per il pupo che nascerà tra breve o per la piccola che a giorni verrà al mondo , e un nuovo raggio di sole sorgerà in una famiglia , portando la gioia e la felicità .
Che bello il pensiero di diventare padri : passerei ore a pensare a quanto è bello diventare genitori , quel difficilissimo ruolo di padre e di madre , di genitori , che devono insegnare le buone maniere e il rispetto , ma sopratutto il compito di formare un uomo con sani principi , facendolo vivere nel miglior modo possibile e coccolandolo , ripensando all’emozione di dire “tu sei mio figlio” .
Certo , non è facile fare i genitori , ma il bello è proprio questo : riuscire ad instradare un pupetto piccolo piccolo , e farlo crescere , farlo diventare grande .
Essere padri è forse l’emozione più bella che un uomo possa provare , dopo la trepidante attesa dei fatidici nove mesi , e tutti i preparativi , le spese , e poi la casa invasa di pannolini ed omogenizzati , ma sopratutto della gioia di avere accanto un nuovo piccolo membro di una famiglia , il primogenito , il figlio che abbiamo aspettato , quello che avrà il compito di assicurare la continuità di una famiglia , di non fare estinguere una stirpe !
Che bello pensare che c’è qualcuno che abita in te , che vive , che un nuovo cuore batte dentro te , che la vita sta nascendo , e che un piccolo fiore sta timidamente sbocciando , e sta per nascere una nuova vita .
Sta per nascere tuo figlio , e tu lo attendi , con le lacrime agli occhi , mentre trepidi , mentre pensi e ripensi , e poi pensi ancora .
I nove mesi più belli della vita di un uomo , e una donna con il pancione che fatica a camminare , e che viene circondata di mille cure e attenzioni , per evitare di farla stancare , di farla strapazzare troppo , e poi l’attenzione alle voglie , scendendo in strada alle tre e mezza di notte , perchè la mamma ha voglia di “gelato al cocco e melone” , ma in fondo sei contento , perchè sai che sta per compiersi uno tra i più bei miracoli che Dio possa offrirci : sta nascendo una vita . Sta nascendo tuo figlio .

4 Commenti

  1. Io penso che un uomo s’accorga di essere veramente padre soltanto quando stringe il suo “cucciolo” tra le braccia. Per una donna è completamente diverso: molte se ne rendono conto prima che glielo annunci il test di gravidanza!
    Comunque essere genitori è principalmente un dono divino! Si, credo che sia davvero così! Mille paure, mille incertezze, ma poi, vedi quegli occhi che ti parlano senza voce e… implori Dio affinchè ti renda all’altezza della situazione!
    Spero che un giorno capiterà anche a me… :-))

  2. Mamma mia, quanto ho letto il titolo del post sul mio blog mi sono precipitato subito: credevo che la sciura Benny fosse (finalmente?) in dolce attesa.
    Che bello che sarebbe stato: mi sarei sentito un po’ zio del nascituro, lo zio mattacchione e giocherellone che si diverte a fare il bambinone non ancora cresciuto.
    Nell’attesa… tranquillo, Giomba, sarai sicuramnte un ottimo padre. Beato il ventre che ti ha portato e il seno che ti ha allattato. Ma sopprattutto, beato il cucciolo che concepirai e che avrai l’arduo compito di crescere. Fortunato quel bambino, amico mio. Un saluto!

Scrivi un commento