Quant'è brutta la vostra infida piccolezza...

Quant'è brutta la vostra infida piccolezza

Quant’è brutta la vostra infida piccolezza, quanto mi sdegna dover aver a che fare con voi e la vostra stupidità e limitatezza: è decisamente snervante…

Quant’è brutta la vostra infida piccolezza…

Certo che è un peccato aver studiato tanti anni, cercare di essere una persona perfetta, cercare di smussare i propri lati del carattere, tentare di avere sempre pazienza e di comprendere tutti per poi renderti conto che di te vengono visti solo i difetti FISICI.

Chissà che gusto sadico si prova nel far notare agli altri, costantemente, i difetti fisici di una persona: chissà cosa spinge una persona a far notare costantemente ad un’altra che ha un difetto FISICO senza neppure pensare a quanta sofferenza possa arrecare questo a chi riceve questo trattamento. Se l’avessi saputo, avrei evitato di passare anni buttato sui libri e con la schiena curva davanti ad un monitor ad imparare l’impossibile: mi sarei fatto operare direttamente così eravate tutti contenti.

E poi ci sono i buonisti, quelli che: “tu non ce la devi avere a me ehhh, ma una persona te lo dice perché ti vuole bene, maaaaa”. Se volete bene ad una persona, evitate di farle certe domande.

Ma che gusto ci provate? Una persona può costruire pure un grattacielo a mani nude, ma troverete sempre il modo di trovare qualcosa per cui dire la vostra: ma veramente siete così limitati? Ma veramente considerate che la validità di un professionista passi attraverso la presenza o meno di suoi difetti fisici? Seriamente, ma che cosa vi passa per la testa? Fatemelo capire una santa volta, perché io non riesco a capire perché siate fatti così: qualche giorno fa, ad esempio, dopo diverse ore trascorse a fare un favore ad una persona, ci sediamo a tavola e BOOOOM, scattano le solite domande, scatta il solito voler mettere in imbarazzo, il solito pruriginoso voler sapere tutto di tutto.

Provo un vero senso di schifo, così come provo un vero senso di schifo per coloro che non mi hanno mai degnato di uno sguardo. Poi, da quando ho cominciato a cambiare il fisico cercando di trovare rimedi ad un problema che, purtroppo, c’è, di colpo si avvicinano, tentano di corteggiarti, tentano di fare domande. Mi chiedo, a questo punto: cosa dovrei dire di voi? Che preferite il corpo di una persona al suo cervello? Guardate che io sono sempre lo stesso (anzi migliorato psicologicamente, a dire il vero) di sei mesi fa, un anno fa, due anni fa e via discorrendo. Vi rendete conto di quanto rappresentiate il nulla?

Sopratutto, vi rendete conto del vero schifo che tutto questo rappresenta? Mi avete stancato, credetemi.

Scrivi un commento