Quella brutta e ridicola ostentazione di ciò che non si è

Quella brutta e ridicola ostentazione di ciò che non si è

Quella brutta e ridicola ostentazione di ciò che non si è e non si sarà mai: un cliché molto di moda tra la gente mediocre…

Quella brutta e ridicola ostentazione di ciò che non si è e non si sarà mai, quel brutto cliché utilizzato da persone mediocri, o meno di tali, per dimostrare qualcosa che non sono, che non possono essere, che non sono mai state né mai saranno, per indossare questa maschera sociale dell’essere forti, invincibili, sicuri di sé, senza mai ricordarsi, però, che in giro ci sono anche persone che conosco la verità e la realtà dei fatti, che, nella quasi totalità dei casi, è estremamente diversa rispetto alla stupida ostentazione che si pretende di far passare come pro colato agli occhi delle persone!

C’è un grande, gigantesco equivoco di sottofondo: non si capisce che, si, puoi pure prendere in giro chi ti pare, due, tre, cinque, dieci persone, ma la vita non puoi certo prenderla in giro, e sarà esattamente quello il preciso istante in cui ti renderai conto che devi fare i conti con la realtà vera, non con quella che la tua mente ha artefatto e distorto arrivando a convincerti di essere una povera vittima di un mondo e di un destino cinici e senza nessun rispetto!

Forse, non so se per il Karma o se per chissà quale fondato motivo, se ti ritrovi ad essere inutile e pretendi di dimostrare il contrario, è perché la vita ti torna indietro la pariglia del male che hai fatto alla gente che non lo meritavano! E sappia, chi circonda questa gente e la illude di stare vivendo la realtà, che siete voi i primi artefici del fallimento di queste persone, che, prima o poi, cadranno giù come pere cotte.

E sarà lì che cadranno maschere e false realtà!

Scrivi un commento