Quella triste consapevolezza del niente che è cambiato!

Quella triste consapevolezza del niente che è cambiato

Quella triste consapevolezza del niente che è cambiato: non tanto triste per me, quanto per chi si è costruito un modo dal quale non riesce proprio ad uscire…

Quella triste consapevolezza del niente che è cambiato: sei speranzoso, pensi che il tempo possa aver migliorato il cervello ed i pensieri di certa gente, ma ti rendi conto, tristemente, scialbamente, di come non sia cambiato assolutamente nulla!

Certe persone hanno preferito restare nel loro mondo che si sono autocostruite, nella realtà che loro stessi hanno immaginato e sognato, nella verità che ci sono autorealizzate piuttosto che rendersi conto che la vita non è esattamente come loro pensano che sia, come loro la descrivano, come loro la immaginano.

Non c’è proprio niente, neppure un briciolo di verità, nel loro stupido ed immaturo comportamento, segnale inequivocabile ed evidente di ciò che hanno realizzato, cioè nulla, e del loro totale, inutile, mancato cambiamento: una persona ci spera pure che il tempo abbia fatto giustizia e abbia messo pace a certi ragionamenti insensati e stupidi, ma restare ancorati al passato e alle proprie posizioni, evidentemente, è più conveniente per certuni che guardare in faccia la realtà.

Una realtà che, di fatto, si rivelerebbe impietosa, si rivelerebbe assolutamente contraria a ciò che si pretende di non voler vedere: è la classica, immatura, voglia di scappare ad una realtà che non piace costruendosi un mondo completamente parallelo, dove esiste una verità distorta a cui si impara a credere giorno dopo giorno, e che si pretende sia creduta e presa come tale anche da chi vive intorno, anche da persone estranee alle vicende, che dovrebbero credere a versioni distorte della realtà piuttosto che a verità palesi ed evidenti.

Insomma: ad un certo punto bisogna mettersi l’animo in pace. Per certi cervelli nemmeno il tempo può fare qualcosa. Resta solo una triste, rassegnata, pietosa voglia di rassegnazione verso costoro!

Scrivi un commento