Quell'insana voglia di buttare tutto all'aria!

Quell'insana voglia di buttare tutto all'aria

Quell’insana voglia di buttare tutto all’aria, di prendere tutto quello che ti capita a tiro e fargli fare un volo di cinquanta metri. Capita eh, oh se capita!

Quell’insana voglia di buttare tutto all’aria, di mandare tutto e tutti a fanculo, di prendere qualsiasi cosa ti capiti a tiro e fargli fare un volo di cinquanta metri continuando a sbraitare e continuando ad urlare eccheccazzo, seguito da borbottamenti vari, come quella volta che Homer voleva comprare una pistola ed invece doveva attendere alcuni giorni per i controlli di routine, e ha cominciato a sborbottare in giro per la città e per tutta la casa, svegliando tutti quelli che gli sono capitati a tiro!

Capita eh, oh se capita: per carità, tutto rientra nella routine, tutto rientra in quelle volte in cui la sola cosa coerente che riesci a fare è di mandare tutti a “farsi un giro”, diciamola così, perché le cose, magari, non vanno come vorresti, o perché osservi quanta stupidità ci sia in giro, e quanto la gente sia ottusa, chiusa nel proprio guscio, incapace di vedere aldilà del proprio naso!

E poi, tutte quelle volte in cui ti ritrovi ad avere a che fare con l’impossibile, con le persone che si creano dannati film mentali che pretendono di far passare per oro colato, pretendendo che ciò che dicono sia quasi Vangelo, impossibile da mettere in discussione, perché è così e basta.

E allora si che avresti voglia di buttare tutto dalla finestra, di chiederti chi te lo faccia fare, alla fine, ad investirci tempo, sentimenti, speranze, fatica mentale e fisica: la gente sembra non apprezzare un cacchio di niente, e ti ritrovi ad aver a che fare con le classiche persone incapaci di riconoscere i sentimenti veri, ma contente quando riceveranno l’ennesima secchiata di merda in pieno volto!

E niente, è una storia senza fine!