Questione di occasioni, questione di sentimenti

Questione di occasioni questione di sentimenti

Questione di occasioni, questione di sentimenti: non si sa, non si capisce bene, eppure qualcosa resta stupidamente bloccato, e manca, manca tanto…

Questione di occasioni, questione di sentimenti: non lo so, o forse lo so e non voglio pensarci o immaginare quale sia la verità, ma di certo so che c’è qualcosa che blocca il normale andazzo delle cose, come, in fondo, credo di meritarmi.

Non si sa se la mancanza di occasioni propizie faccia, in qualche modo, la differenza in quella sorta di blocco sentimentale che in tanti vivono – me compreso – e che non sembra voler trovare soluzioni che giustifichino il tempo trascorso ad attendere un nulla: in fondo, i sentimenti sembrano sempre voler poter dire la loro, e quando ciò diventa impossibile ci si ritrova, improvvisamente, a non saper nemmeno che fare, a non sapere se stai sbagliando o se ti hanno messo in testa che quello sbagliato sei tu, come se nulla fosse più giusto del cercare soluzioni, del comprendere i  motivi che ci portano a rimanere immobili, ad attendere qualcosa che, davvero, non accadrà mai.

Ma non accade o non vogliamo che accada, o, peggio ancora, non vogliamo farla accadere?

Servono sacrifici, serve la consapevolezza di essere persone nuove che hanno riposto il proprio passato nel posto in cui il passato deve rimanere ed essere relegato, ma essere davvero certi di tutto questo è fatica immensa, è grande equilibrio, è consapevolezza e forza senza troppi precedenti: non si sa quanto tempo debba o passa passare, non si sa quanti sacrifici e quanti sforzi siano necessari, ma resta l’unica, costante, certezza di un solo ed unico bisogno: quello di amare, quello di essere amati, quello di poter vivere i propri sentimenti una volta e per sempre.

Non è una cosa difficile ne tantomeno impossibile, ma chissà perché appare, poi, così maledettamente lontana…

Scrivi un commento