Riapertura del carcere di Pianosa: è polemica

 

Qualcuno è arrivata a definirla come la "Guantanamo Italiana": l’annuncio della riapertura del carcere di Pianosa, prevista dal recente "piano carcere", ha già destato non poche polemiche.

Il carcere fu chiuso undici anni fa perchè considerato "troppo costoso" per lo Stato ma, sopratutto, perchè considerato "inumano", come fu definito dalla Corte Europea per i Diritti dell’Uomo: l’annuncio della riapertura è arrivato dal Ministro della Giustizia Angelino Alfano, che ha spiegato che il carcere sarà riservato ai detenuti in regime di "41 BIS", un pò come accadeva negli anni Ottanta e Novanta, quando i detenuti più pericolosi venivano trasferiti proprio in questa struttura.
Il progetto, spiega il Ministro Maroni, nasce dal fatto che l’Italia ha diverse carceri inutilizzate, che possono essere riutilizzate: proprio a Pianosa, infatti, dovrebbero essere trasferiti circa 300 detenuti sottoposti al regine di "carcere duro".
Le polemiche non sono tardate ad arrivare: da più parti, infatti, si alza unanime il coro di chi si batterà contro la riapertura della struttura, chiusa, tempo addietro, per i tanti problemi che la contraddistinguevano: dai politici alle associazioni per la difesa dell’ambiente e per la difesa dei diritti dei detenuti, arriva la secca respinta all’iniziativa.
In tanti, infatti, sono contrari alla riapertura, specialmente in luce dei problemi che si verrebbero a riproporre: il carcere, infatti, sorge su di un’isola che ha, comunque, un’importante valore naturalistico.
E poi c’è il problema dei diritti dei detenuti: in passato, infatti, furono denunciati maltrattamenti all’interno del carcere stesso, e la cosa non piace certo alle associazioni, che sono preoccupate per il reiterarsi di simili eventi.

Insomma: un’iniziativa che ha scatenato un’importante coro di polemiche. Vedremo se saranno proprio le polemiche a fermare la riapertura delle porte del carcere o se si proseguirà comunque, favorevoli o no.

2 Commenti

  1. chissà perchè in questa Italia tutti hanno i loro diritti,tutti sono protetti,drogati,

    trans,omosessuali,

    assassini,delinquenti,

    strupratori,spacciatori

    ecc…ecc…gli unici a non essere protetti anzi essere considerati uno zero assoluto sono gli onesti,i lavoratori,i pensionati insomma tutti coloro che faticano a sbarcare il lunario,dopo tutto non è detto che riaprire un carcere sia necessariamente ripetere le torture che poi fra l’altro si meriterebbero i delinquenti incalliti,per loro ci sono i diritti dei carcerati e per le loro vittime che diritti ci sono? provate a pensarci e a rispondere…..Ida

    [COMMENTO EDITATO DAL GIOMBA : Scompaginava il Blog ! :-) ]

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!