Ricordo della mia PlayStation

Giusto qualche giorno fà ne parlavo sul Forum Tiscali con gli amici di Jack Italia : sono orgoglioso nell’essere stato uno tra i primi possessori , credo senza esagerazione in Italia , della primissima PlayStation . Oggi , la Play Station è diventata un mostro di potenza , con le auto che sfrecciano sul monitor e sembrano vere : giusto l’altro giorno ho visto una Demo di "Gran Turismo 5 : Prologue" e sono rimasto di sasso nel vedere la fluidità di quei movimenti . E così , d’un tratto , ho ripensato a quel caldo pomeriggio di luglio quando andai a comprare quella strana macchinetta grigia . Era esattamente come quella che vedete in foto .
In quel periodo , tutti erano impazziti per il "Sega Saturn" , che rappresentava , forse , uno degli standard massimi per l’epoca . Il negoziante , però , mi disse : "si fidi di me , prenda questa . Costa di più , è vero , ma si fidi !"
Ero incerto , anche alla luce di quelle 700.000 Lire … Eppure mi fidai : la montai e rimasi sorpreso , senza parole . Non era possibile , ma quelle navicelle spaziali di "Wipeout" sembravano vere ! Le auto che sfrecciavano in "Destruction Derby" erano a dir poco spettacolari !
Nella confezione era allegata la Demo introduttiva : c’era una dimostrazione di un dinosauro che era possibile manovrare con il Joystick . Era paurosamente reale : nei movimenti , nei versi , nei suoni .
Non passò tempo che cominciai ad appassionarmi : ricordo che vinsi anche parecchi tornei organizzati . Ero un’asso , e lo sono ancora adesso , con giochi come "Tekken" , o nelle gare con "Gran Turismo" … Quanti bei ricordi , quante risate con gli amici nelle domeniche pomeriggio d’inverno , quando fuori pioveva e c’era freddo , nei piccoli tornei organizzati tra noi , a colpi di "Uppercut" e "Frenate" … Che magia !

10 Commenti

  1. che ci fa se io ho gli stessi ricordi con “Save a prayer” dei Duran Duran?

    Dimostra solo la nostra (notevole) differenza di età. Tradotta in differenti gusti culturali.

    La Play non è cultura pop.

    Non mi è mai piaciuto praticare sport virtuale. Se gioco a tennis è perchè ho in mano una vera racchetta e rincorro la pallina.

    Rincorrere palline e palloni fa bene ai bambini.

    è anche terapeutico per quando si cresce e bisogna correre dietro a ben altre palle… ;-)

    e questo la Play lo toglie, rendendo realtà e virtula un piattume inconcepibile…..

  2. Da un lato posso anche darti ragione , dall’altro , invece , ricordo che era un bel mezzo di aggregazione , e sopratutto serviva a divertirsi , a fare tante risate , a parlare , a discutere … Prima si giocava con il Calcio Balilla e ora con la PlayStation :-)

  3. Hai ragione Giomba, ma le sudate che facevamo con il calciobalilla……. vuoi mettere? Un mio amico ce l’aveva in giardino e ogni pomeriggio ci giocavamo: alla fine eravamo impresentabili, sudati, stanchi morti, ma felici. Il ‘girello” era vietato, che gran divertimento.

  4. sarà … ma io penso con tristezza che i miei figli non potranno giocareti a nascondino nei boschi o a costruire le dighe sui torrenti o a acchiapparella in bici … loro avranno i giochi virtuali o chissà quale altra divoleria ma vuoi mettere??? e non parlo di secoli fa, solo di 30 anni fa …. mandimandi!! ‘notte al bar!! :-*** Nenet

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!