Ritornare a scrivere un cammino

Ritornare a scrivere un cammino

Ritornare a scrivere un cammino, con tutte le responsabilità del caso e tutte le difficoltà, ma crederci e sapere che è ancora possibile!

Ritornare a scrivere un cammino: a volte sembra un’idea folle, assurda, e nemmeno noi ci crediamo davvero fino in fondo, finché non arriva una persona a spaccare la nostra monotonia, a renderci la vita migliore, e a farci capire che siamo ancora in grado, assolutamente, di amare e farci amare, di costruire un cammino, con estrema calma e con tutta la dovuta “prudenza” del caso, ma che siamo ancora in grado di poterlo fare!

Sono rimasto sorpreso perché è successo anche a me, ed inizialmente non credevo possibile una cosa del genere, specialmente dopo tutto quello che ho passato precedentemente, ma quando arriva una persona e fa irruzione, breccia, nella tua vita, non esistono storie che tengano. Ti ritroverai, semplicemente, a fare i conti con la tua voglia di ricominciare, di lasciarti andare, e magicamente capirai perché nulla ha funzionato davvero fino a quel preciso istante, e quando lo capirai, come per magia, sparirà tutto ciò che ti ha fatto del male, ed assumerà la dimensione di un enorme nulla, di un niente che ti ha solamente rovinato la vita per tanto e troppo tempo con il suo fastidio.

E’ tempo di ripartire, è tempo di lasciarsi andare e credere che sia possibile farlo: a poco a poco, senza nessuna fretta, senza nessun pregiudizio, conoscendosi e lasciandosi andare giorno dopo giorno, con quel minimo di necessaria fiducia nell’altro, ma con la costante consapevolezza che qualcosa è possibile, che qualcosa può vivere, che qualcosa può succedere se siamo noi a volerla far succedere e ad aver la consapevolezza che possa accadere.

Ricomincio da me, e dalle emozioni che ho chiuso in un cassetto tanto, troppo tempo fa. So di poter ancora amare.

Scrivi un commento