Ritornare a respirare

 

Mi sono accorto che nessuno si ferma più a guardare il cielo.
La gente va sempre di corsa, chiusa nei loro impegni, e non ha più tempo per fermarsi un solo istante e tornare a respirare, tornare a guardarsi intorno, a perdersi nel lento scorrere delle nuvole in un cielo azzurro, osservando i piccoli miracoli della natura.
Me ne sono accorto leggendo poche righe, che mi hanno regalato una emozione in se immensa: in un solo istante, ho capito che nessuno di noi ha tempo per le piccole cose, per raccogliere un fiore, per regalare un sorriso. La frenesia si impossessa del nostro tempo, gli impegni, il lavoro, e spesso tante futilità del quale potremmo tranquillamente fare a meno…
Me ne sono accorto in pochi attimi, e ho capito che, davvero, quasi nessuno fa più caso a quelle piccole cose che tutti noi diamo per scontate: siamo diventati come tanti robot, preprogrammati sulle nostre giornate e i nostri impegni: nessuno si ferma più a guardare un fiore che è sbocciato, il sorriso di un bambino o un nostro sorriso ad un’anziano.
Forse può sembrarci esagerato, ma un nostro sorriso può cambiare la giornata di chi lo riceve: tutti noi dovremmo tornare a respirare, fermarci per un solo istante spezzando le catene del caos del nostro tempo, delle giornate sempre sull’orlo della crisi di nervi, in balia dell’orologio, degli impegni, della smania di successo, di fare sempre meglio, in guerra con noi stessi e con gli altri: il sole, le stelle, una foglia gialla, una margherita, un bimbo che impara a camminare. Ormai nessuno più si emoziona ammirando la bellezza di cose piccole, di cose che possono sembrare quasi insignificanti, ma che sanno cambiare la nostra vita, quasi senza che noi stessi possiamo accorgercene.
Io l’ho capito leggendo quelle poche righe, che mi hanno regalato una emozione infinitamente grande.

"Quando ti sei svegliato questa mattina ti ho osservato ed ho sperato che tu mi rivolgessi la parola, anche solo poche parole, chiedendo la mia opinione o ringraziandomi per qualcosa di buono che ti era accaduto ieri, però ho notato che eri molto occupato a cercare il vestito giusto da metterti per andare a lavorare.
Ho continuato ad aspettare ancora mentre correvi in casa per vestirti e sistemarti, sapevo che avresti avuto del tempo anche solo per fermarti qualche minuto e dirmi "Ciao"; però eri troppo occupato. Per questo ho acceso il cielo per te, l’ho riempito di colori e di canti di uccelli per vedere se così mi ascoltavi, però nemmeno di questo ti sei reso conto.
Ti ho osservato mentre ti accingevi al lavoro e ti ho aspettato pazientemente tutto il giorno, con le molte cose che avevi da fare, suppongo che tu sia stato troppo occupato per dirmi qualcosa.
Al tuo rientro ho visto la stanchezza sul tuo volto ed ho pensato di rinfrescarti un poco facendo cadere una lieve pioggia, perché questa la portasse via, il mio era un dono, ma tu ti sei infuriato ed hai offeso il mio nome.
Desideravo tanto che tu mi parlassi… C’era ancora tanto tempo ho pensato.
Dopo hai acceso il televisore, ti ho aspettato pazientemente, mentre guardavi la TV, hai cenato ed immerso nel tuo mondo ti sei dimenticato nuovamente di parlare con me.
Ho notato che eri stanco ed ho compreso il tuo desiderio di silenzio e così ho fatto scendere il sole ed al suo posto ho disteso una coperta di stelle ed al centro di questa ho acceso una candela: era uno spettacolo bellissimo, ma tu non ti sei accorto di nulla.
Al momento di dormire, dopo aver augurato la buona notte alla famiglia, ti sei coricato e quasi immediatamente ti sei addormentato. Ho accompagnato i tuoi sogni con musica e dolci pensieri ed i miei angeli hanno vegliato su di te, ma non importa, perché forse nemmeno ti rendi conto che io sono sempre lì con te.
Ho più pazienza di quanto t’immagini, mi piacerebbe pure insegnarti ad avere pazienza tu con gli altri.
Ti amo tanto che attendo tutti i giorni una preghiera, i doni che ti ho dato oggi sono frutto del mio amore per te.

Bene, ti sei svegliato di nuovo ed ancora una volta io sono qui ed aspetto, senza nient’altro che il mio amore per te, sperando che oggi tu possa dedicarmi un po’ di tempo. Buona giornata.

Tuo papà, Dio."

 

Scrivi un commento