Salute, c'è la conferma: lo smog provoca tumore ai polmoni

Uno studio conferma: lo smog provoca il tumore ai polmoni. I dettagli.

Il progetto “Medparticles”, studio sugli effetti delle “microparticelle” di particolato, meglio note come “polveri sottili”, sull’organismo umano, conferma il legame tra smog e comparsa del tumore al polmone anche nei soggetti non fumatori.

Lo studio ha seguito, per 13 anni, 313 Mila persone in tutta Europa: ebbene, molte di quelle 313 Mila persone hanno contratto un tumore ai polmoni proprio, guarda caso, nei periodi in cui, nelle rispettive città, si toccavano i maggiori livelli di inquinamento. E vi assicuriamo che non è un caso: infatti, ad ogni incremento di 5 μg/m3 di PM2,5 il rischio di tumori aumenta del 18%, salendo al 22% ad ogni aumento di 10 μg/m3 di PM10.

In poche parole, più le polveri sono sottili, più fanno male: la notizia si ricollega, peraltro, a quanto vi abbiamo accennato qualche mese fa, quando vi abbiamo parlato del rischio cardiaco rappresentato proprio dallo smog. Ebbene, la ricerca conferma quanto vi abbiamo detto allora: lo smog è pericolosissimo anche per il cuore, e non solo per coloro che ne soffrono.

Basterà tutto questo per far capire che è giunta, definitivamente, l’ora di un severo cambio di rotta e di abitudini?

Scrivi un commento