Salute, gli esperti "smontano" le credenze su grassi, frutta e verdura

Salute - Gli esperti smontano le credenze su grassi frutta e verdura

Salute e scoperte: gli esperti hanno, recentemente, smontato diverse “credenze” in merito a grassi e danni, frutta, verdura e “porzioni”! I dettagli.

Salute: c’è sempre tempo di ricredersi. Potremmo definire così, a grandi linee, le recenti scoperte dei ricercatori, che, a poco a poco, hanno, di fatto, smontato diverse credenze date per assodate fino a questo momento!

Ad esempio, parliamo di grassi: per lungo tempo si è creduto – e la Comunità Scientifica ha sempre dato per assodato tale versione – che i grassi rappresentassero uno tra i pericoli maggiori per la nostra salute. Recentemente, però, la McMaster University ha “smontato” tale “assioma” dimostrando che il vero pericolo è derivante non dai grassi ma dai carboidrati, e mettendo in discussione quanto è stato dato per assodato fino a questo momento, sconvolgendo, di fatto, tutte le linee guida di prevenzione in materia di salute cardiaca. Gli esperti sono giunti a tale risultato a seguito di uno studio che ha coinvolto 135.000 individui provenienti da 18 paesi a basso, medio e alto reddito: dall’analisi dello stato di saluto di questi individui si è visto che l’elevata assunzione di carboidrati è sempre coincisa con un aumento della mortalità cardiovascolare. Al contrario, addirittura, l’assunzione (controllata) di grassi si dimostrava quasi un “fattore di protezione”, con una riduzione del 23% del rischio di mortalità totale, come pure una riduzione del 18% del rischio di ictus e del 30% del rischio di mortalità per cause non cardiovascolari. Addirittura, una maggiore assunzione di grassi saturi è stata anzi associata a una riduzione del 21% del rischio di ictus!

Vi sembra già abbastanza sconvolgente? Ebbene, sappiate che non è tutto!

Sappiamo da sempre, infatti, che per mantenersi in salute sono necessarie cinque porzioni al giorno di frutta e verdura: un recente studio, invece, stravolge tale “linea guida” abbassando a tre le porzioni già utili alla nostra salute! Anche in questo caso, si è giunti a tale risultato attraverso uno studio, che ha evidenziato come non ci sia alcuna differenza di mortalità tra chi consuma cinque porzioni di frutta e verdura e chi ne consuma tre!

Insomma: c’è sempre tempo per ricredersi… E chissà quanti altri misteri, riguardanti il nostro corpo, sono ancora da svelare!

Scrivi un commento