Salute, la "ninna nanna" aiuta i bimbi prematuri

La scienza conferma: la “ninna nanna” aiuta i bambini nati prematuri! Scopriamo perché.

Una filastrocca basta per far star meglio i bambini prematuri: l’eccezionale, e rassicurante, scoperta arriva dai ricercatori del Beth Israel Medical Center di New York. Basta una semplice canzoncina per rassicurare i piccoli: il battito cardiaco rallenta, il bimbo, o la bimba si rilassa, mangia e dorme meglio.

Lo studio che ha portato a questa conclusione ha visto coinvolti 272 bambini dei reparti di terapia intensiva di 11 ospedali: i genitori hanno cantato per 10 minuti al giorno una “ninna nanna”, mentre i ricercatori analizzavano le reazioni dei piccoli. Ebbene, il loro battito cardiaco è diminuito di circa 3 battiti al minuto, mentre l’appetito è aumentato!

La spiegazione di ciò è da ricercarsi nella “familiarità” che la voce dei genitori ha verso i bimbi coinvolti, che si sentono maggiormente rassicurati e tranquilli: insomma, alle volte basta davvero poco per regalare un po’ di felicità! :-)

Scrivi un commento