Salute, Mozart abbassa la pressione sanguigna!

Salute - Mozart aiuta ad abbassare la pressione

Salute del cuore (e non solo) meno a rischio grazie a… Mozart e alla sua musica! Strano ma vero: i ricercatori confermano. Ecco perché.

Salute e musica: un connubio forse neanche troppo strano, specie se si considera che, da diversi anni ormai, è proprio la musica ad essere sfruttata per il suo effetto terapeutico. Effetto che, pare, possa funzionare anche sulla pressione arteriosa.

Ne sono convinti i ricercatori della Ruhr-Universität Bochum, che hanno notato come la musica, nello specifico quella di Mozart, abbia il curioso potere di abbassare la pressione arteriosa, diminuendo, di fatto, il rischio di ictus e infarto del miocardio: dalla ricerca emerge, inoltre, un altro dato curioso, ovvero che anche la musica di Strauss sembra avere lo stesso miracoloso effetto terapeutico.

Gli esperti sono giunti a tale conclusione attraverso la sperimentazione su 120 persone: il primo gruppo di 60 volontari è stato ulteriormente suddiviso in tre gruppi da 20 e posto all’ascolto, appunto, di Mozart e Strauss, ma anche degli Abba, per 25 minuti, mentre le restanti 60 persone sono rimaste in silenzio. Mentre i volontari ascoltavano la musica, i ricercatori hanno monitorato la pressione sanguigna, il battito cardiaco e i livelli di cortisolo, meglio noto come l’ormone dello stress.

I dati sono stati a dir poco sorprendenti: è emerso che chi ascoltava Mozart sperimentava una riduzione della pressione sanguigna pari a 4,7 mm/HG per la sistolica e 2,1 mm/HG per la distolica. Non male anche per Strauss, con una diminuzione di 3,7 mm/HG per la sistolica e 2,9 mm/HG per la distolica. Nessuna differenza, invece, per chi ascoltava gli Abba, ma, ad ulteriore riprova del potere terapeutico della musica, in tutti e tre i casi si è verificato un importante abbassamento del cortisolo!

Insomma: viva la musica! Fa bene, fa rilassare e mantiene in salute. Cosa poter volere di più? ;-)

Scrivi un commento