Scienza, dal melo nuove speranze contro il diabete

Arriverebbe dall’albero del melo una nuova, importante, speranza nella lotta al diabete. Ecco perché.

La corteccia del melo contiene una sostanza, la florizina, che sarebbe alla base di importanti, nuove speranze nella lotta al diabete. Proprio da questa sostanza, infatti, è possibile estrarre una molecola che, attraverso una singola somministrazione al giorno, permetterebbe la riduzione della glicemia abbassando gli zuccheri in eccesso. In particolare, la sostanza permetterebbe l’espulsione del glucosio attraverso le urine, “riequilibrando” i livelli degli zuccheri, senza mai sforare nell’ipoglicemia. In pratica, viene tolta solo la parte in eccesso degli zuccheri, mentre nel sangue rimane la parte necessaria. In caso di obesità legata proprio al diabete, inoltre, la sostanza permette di regolare il peso corporeo, dal momento che vengono bruciate le calorie in eccesso.

Insomma: un vero e proprio “miracolo scientifico” che parte da un elemento naturale, proprio a ricordarci, come sempre, che la natura è nostra amica. Basta saperla rispettare ed utilizzare nella maniera corretta, a tutto vantaggio della nostra salute!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU INSTAGRAM: Scopri i reel, le dirette e tantissimi contenuti esclusivi! CLICCA QUI!