Se tutti dicono che non hai colpe, perché dovresti averne?

Se tutti dicono che non hai colpe perché dovresti averne

Se tutti dicono che non hai colpe, perché dovresti averne? Se tante persone la pensano allo stesso modo, perché dovrebbero mentirti?

Se tutti dicono che non hai colpe, perché dovresti averne? Avete mai fatto caso che, certe volte, ci diamo delle colpe assurde, e capita che diverse persone, che nemmeno si conoscono tra loro, e che quindi non possono essere “messe d’accordo”, ci esprimano il loro disappunto in merito, cercando di farci notare come, in determinati casi, la colpa non sia affatto nostra ma di un ipotetico “altro”? E quante volte le parole di chi ci dice “stai tranquillo, guarda che non hai sbagliato nulla!” riescono a metterci pace e farci rendere conto che una determinata situazione si è evoluta in un determinato modo non certo per colpa nostra?

Riflettiamoci: capita spessissimo obiettivamente, e tante, troppe volte, giungiamo ad assurde conclusioni che ci vedono assurdamente protagonisti di assurdi sbagli, che, a volte, nemmeno esistono!

Dobbiamo pur dire che, nella stragrande maggioranza dei casi, la gente ti riempie di sensi di colpa verosimilmente per non voler osservare la colpa che loro stessi hanno, magari anche per allontanare eventuali sospetti non tanto da parte degli altri quando, piuttosto, da parte di loro stessi, che spesso sono i nemici ed i giudici più inflessibili con cui queste persone possano avere a che fare!

Così, piuttosto che ammettere a se stessi l’ennesimo fallimento, preferiscono dire che la colpa è dell’altro, e si appellano a fantomatici ed assurdi dettagli, a stupidate immani che, forse, possono anche renderci coscienti di colpe che nemmeno abbiamo, ma raramente possono fregare persone “terze al discorso”, che guardano l’obiettiva realtà dei fatti dall’esterno, e che proprio per questo si premurano a dirci che, “no, non c’è nulla che abbiamo sbagliato…”

E allora, perché è così difficile, a volte, credere che la colpa non sia nostra?

Scrivi un commento