Se il paziente diventa la cavia del medico ...


Guardando Forum , ieri a pranzo , circa a quest’ora ,
sentivo la storia di un paziente , curato da un medico con una “nuova medicina” che si è poi rivelata essere dannosa per la salute , tant’è che è stata ritirata dal commercio !
La sperimentazione è di certo lecita , e sappiamo bene che non può essere fatta senza specifica autorizzazione del paziente , ma alle volte ci penso e dico : capita alle volte di diventare cavie dei medici ?
So bene che la sperimentazione è importante , proprio perchè se non ci fosse al sperimentazione , molto probabilmente non si potrebbero trovare le cure adeguate alle più disparate malattie che colpiscono gli esseri umani , ma alle volte mi domando fino a che punto sia giusto “sperimentare” e testare nuovi farmaci sui pazienti . La paura che diventi il solito circolo economico , in cui la sperimentazione fa da tramite agli interessi di qualcuno , è una prospettiva che mi fa paura e mi scoraggia !
D’altronde si sa che il nostro Sistema Sanitario funziona , a parte diversi casi , in maniera quantomeno discreta , toccando punte di eccellenza in diversi campi , ma la storia che quell’uomo ha racontato al programma di Rete Quattro mi ha fatto molto riflettere , e un pò anche arrabbiare se devo essere onesto : è mai possibile che un uomo che sta gia male tenta di essere curato e la cura che gli viene prescritta gli fa altro male anzichè farlo stare meglio ?
“Misteri medici” , mi verrebbe da dire , ma per fortuna , almeno , sono consolato dal fatto che casi di questo genere sono rari , e che comunque i medici sono persone preparate che ogni giorno salvano migliaia di vite , facendo talvolta anche l’impossibile … E anche per loro un ringraziamento è d’obbligo !

10 Commenti

  1. Ciao Daniele…
    in realtà questo è un argomento davvero delicato!
    La preparazione dei medici di cui tu parli nell’ultima parte del tuo post è la cosa che mi preoccupa di più!
    Non generalizzo assolutamente… esistono medici onesti e preparati ma altrettanti disonesti ed ignoranti!
    Questi diventano medici acquistando una Laurea…
    posso capire le raccomandazioni in ogni settore ma un medico che non è formato adeguatamente non ti salva la vita, anzi…!
    X il resto sono a favore della sperimentazione ma col consenso del paziente!
    A presto,
    dyla!

  2. Ciao Daniele , ieri parlavi d’Amore (e sei andato in home)Oggi ci proponi un tema coraggioso ed importante,la Medicina , la Sanità nel nostro paese,i Medici…..

    le riflessioni che oggi mi induci :

    la vita media è in aumento e l’Italia in quanto a questo parametro è ai primi posti risultato del nostro sistema e dei nostri medici.

    C’è comunque ancora tanta strada da fare secondo me nei campi della terapia del dolore,l’accanimento terapeutico e la cura delle malattie mentali:certo il primo obbiettivo della medicina è salvare la vita , ma subito dopo dovrenbbe venire la qualità della vita che talvolta o più di talvolta viene trascurata.:)

Scrivi un commento