Se il reality supera la realtà

Prendo a titolo di esempio questa frase di Piero Chiambretti perchè credo che riassuma esattamente quel che è accaduto lunedì sera nei palinsesti televisivi , con la bagarre che ne è conseguita .

Gli eventi
Lunedì sera , alle ore 20:03 , è giunto il lancio ANSA che annunciava la triste fine di Eluana Englaro , di cui tanto si è parlato , qui e altrove . Una semplice riga sottolineata in rosso che annunciava la sua dipartita .
Da quell’istante , la "macchina televisiva" è costretta a fare i conti con le leggi dello spettacolo : i direttori di rete e i funzionari delle 7 principali emittenti televisive italiane , quindi , hanno avuto circa 1 ora di tempo per modificare i palinsesti , già ampliamente pubblicizzati , con finestre informative o speciali sull’accaduto . Detto fatto .
Rai Uno manda in diretta uno speciale di Porta a Porta , sostituendolo alla fiction "Il Bene e il Male" . Rai Due prosegue come se niente fosse con "X Factor" . Rai Tre continua la sua programmazione con "Chi l’ha visto" .
La polemica scoppia in casa Mediaset : a Emilio Fede viene affidata una diretta che parte dalle ore 20 , pochi istanti dopo l’arrivo della notizia , fino alle ore 23 circa . Italia Uno prosegue normalmente il suo palinsesto piazzando una finestra informativa di Studio Aperto alla fine del film andato in onda , e prima di "Mai Dire Grande Fratello" . Canale 5 , invece , decide di non modificare il suo palinsesto , mandando in onda regolarmente la puntata di Grande Fratello . Risultato ?
Il Grande Fratello vince la serata con oltre il 31 % di Share , con un effetto di traino da parte di Striscia la Notizia , che aveva fatto ascolti simili . Il programma successivo , lo speciale del TG5 andato in onda dopo il Grande Fratello segna un discreto 18 % mentre segna ascolti positivi "Mai Dire Grande Fratello" su Italia Uno . Vespa fa segnare un buon 17 % .
Direte voi : cosa c’è di strano ?

La Cronaca
Di strano c’è che al posto del Grande Fratello doveva andare in onda uno speciale di Matrix , condotto da Enrico Mentana , pronto a controbattere la concorrenza RAI . Visto che c’era già Fede su Rete 4 e Studio Aperto su Italia Uno che si stavano occupando del caso , Canale 5 ha deciso di non concedere la diretta a Chicco Mentana . Risultato ? Mentana , su tutte le furie , rassegna le dimissioni e Mediaset blocca , a tempo indeterminato , la sua trasmissione , Matrix . Prova ne è la non messa in onda del programma da parte di Canale 5 che Martedì , al suo posto , ha mandato in onda la replica de I Cesaroni e Lunedì , sempre al suo posto , lo speciale del TG5 di cui abbiamo parlato sopra .

Le ovvie conclusioni
Cosa significa questo ?
I risultati parlano chiaro : se la serata è stata vinta dal Grande Fratello , non è segno di rincoglionimento televisivo da parte degli spettatori , come sarebbe facile dire . La verità è ben palese : più semplicemente , gli spettatori hanno avuto bisogno di distrarsi , e , a fronte di 4 emittenti che parlavano dello stesso argomento , ovvero Rai Uno , Rete Quattro , Italia Uno e LA7 con lo speciale andato in onda , hanno preferito qualcosa di "diverso" . Magari , hanno soltanto avuto bisogno di non pensare , per qualche ora , al triste epilogo della vicenda , e quindi , alla cronaca , alla tristezza , alle immagini in diretta , hanno preferito un argomento sicuramente più frivolo . Prova ne è che gli ascolti calano d’improvviso alla fine del Grande Fratello e si riversano sull’altra emittente , Italia Uno , che in quel momento stava trasmettendo Mai Dire Grande Fratello , ovvero , un’altra fonte di risate e di divertimento .

Chiambertti , Fede e Costanzo
Ho seguito con molto interesse la puntata di "Chiambretti Night" andata in onda martedì sera : si parlava proprio di questo argomento .
Anzitutto , devo ammettere , da critico televisivo , di essermi ampliamente ricreduto sulla figura di Piero Chiambretti : l’ho sempre visto come una specie di "Comico – Presentatore" dalla battuta facile , e sempre pronto a scherzare e sdrammatizzare . Con la puntata di ieri mi sono ampiamente ricreduto sul suo conto , rivalorizzandolo in positivo : ha saputo dimostrare , infatti , come sappia diventare serio quando le situazioni lo impongono , riuscendo a smorzare i toni di divertimento e goliardia della sua trasmissione quando accadono eventi come quello della morte di Eluana . E la trasmissione di martedì è stata una palese dimostrazione di serietà e di grande intelligenza del conduttore , che seppur non risparmia qualche battuta ai suoi ospiti , lo fa sempre nell’ambito di una certa serietà , e sempre per introdurre interessanti spunti ed argomenti di discussione .
Torniamo alla trasmissione : ospiti Fede e Costanzo , sono state fatte delle riflessioni che condivido pienamente .
Anzitutto : se già due emittenti stavano trasmettendo degli speciali sull’accaduto , la decisione di Mediaset di non "sacrificare" la rete ammiraglia , ovvero Canale 5 , è da ritenersi del tutto legittima . Scelta che ha dato i risultati sperati : non una ma ben due emittenti si sono occupate della vicenda , mentre la rete principale ha proseguito normalmente il suo palinsesto , e i programmi già pubblicizzati durante la settimana . Ricordiamoci che Mediaset è una TV commerciale , e , di conseguenza , spinta da dinamiche diverse dalla TV pubblica : alla luce di questo , posso dire , personalmente , che molto probabilmente avrei fatto lo stesso . In fondo , sarebbe stato un vero e proprio suicidio mediatico rinunciare al Grande Fratello per mandare in onda un ennesimo speciale e , di conseguenza , avere la stessa programmazione su tutte e tre le reti ! E’ anche giusto conservare la diversificazione dei palinsesti , rispettando chi , e in questo caso sono stati tanti , voleva per un pò distrarsi dalle scene di sofferenza e di cinismo di chi ha trasformato la vicenda in una vera e propria guerra politica , a suon di chi urla di più e chi tenta di aver ragione .
Quanto al Caso Matrix , i giornalisti di Videonews e TG5 sono , intanto , entrati in sciopero per manifestare contro la chiusura della trasmissione : quel che è certo è che , probabilmente , ci saranno altre vicende , come ha anche detto Costanzo in trasmissione , che hanno portato alla fine del rapporto tra Mediaset e Mentana .

Insomma : non diamo sempre la colpa ai reality . Se vincono la "Battaglia Audience" non significa che il Paese sta andando alla deriva . Semplicemente , è segno che cerca solo un pò di … distrazione !

13 Commenti

  1. cioè, facciamoci ad intendere…per settimane il caso eluana ha monopolizzato reti televesivi e giornali, ha catalizzato il mondo politico con berlusconi ed il suo governo paladini della vita a tutti i costi, pronti a sfruttare abilmente il caso pietoso fiancheggiando ovviamente il Vaticano ed il prezioso elettorato cattolico, schierandosi in opposizione al Quirinale, con i politici del PdL pronti a profferire vili insulsaggini seguendo l’esempio del Capo ( ricordiamoci l’orrida gaffes di Berlusconi :” potrebbe procreare” riferita alla povera ragazza); poi Eluana muore….d’un tratto gli italiani, secondo quanto scrivi, si scoprono frivoli, vogliono “distrarsi”, guardando a pieni occhi quel monumento alla coglionaggine che è il Grande Fratello….”la rete ammiraglia” di Mediaset piuttosto che deludere questa larga fetta di italiani desiderosi all’improvviso di distrazione, manda in onda comunque il programma negando la diretta al bravo Mentana che giustamente si dimette. Da qui si capisce quanto lungimirante sia il Capo : fino a poco prima strepita e si dispera per “salvare” la giovane, poi al decesso di questa comprende con un’improvvisa illuminazione che i “suoi” italiani ora hanno bisogno di distrarsi, di cazzeggiare appassionandosi alle vicende degli squallidi personaggi della Casa, è l’ora del divertimento, che sarebbe ‘sta tristezza per eluana quando abbiamo bisogno di sapere chi uscirà dal gioco….ergo nessuna diretta di mentana( che a Berlusconi è sempre stato un pò sulle balle) e vai con il Grande Fratello per il popolo bue. Sarebbe bastato non mandarlo in onda: segno di delicatezza e di coerenza. Che gli italiani avrebbero apprezzato: quantomeno la parte sana e sensibile di loro.

  2. fgem, mi viene proprio da ridere! Per una volta il “Capo” non ha usato la rete televisiva per farsi “i fatti suoi” (stando a quanto vigorosamente sostieni) e lo critichi anche per questo? Ma insomma! Mettiti d’accordo con i tuoi pensieri! Se avesse trasmesso Matrix prima dell’orario previsto in palinsesto, avresti certamente urlato alla strumentalizzazione del mezzo televisivo per scopi politici. Non lo ha fatto e urli alla noncuranza. Dici che oltre alla sterile polemica a tutti i costi, hai anche argomentazioni? (scusa Daniele, ma non ho resistito)

  3. La mia attenzione nella lettura di qualsiasi scritto è sempre alta, a prescindere dalla vacuità o meno dei contenuti. Desistere, non appartiene al mio modus operandi. Che ti addolori o meno, scusa, non mi riguarda. Sono fermamente convinta che la libertà di pensiero sia una delle più grandi conquiste dell’umanità. Il confronto poi, è la base della crescita intellettuale. Quindi, atteso che non sia difficile per nessuno polemizzare, perchè non dargli un senso costruttivo e non sempre distruttivo?

  4. Come già ho avuto modo di dire altrove, se ci fosse stata una reale preoccupazione per una eventuale critica di un uso strumentale della televisione nemmeno Vespa doveva andare in onda su Raiuno, che è pur sempre la rete dello stato e al momento rappresenta anche (?) la voce del Governo. E poi l’argomento poteva essere trattato in modo informativo e divulgativo anche sulle reti Mediaset, come servizio ai cittadini, non necessariamente per difendere una o l’altra posizione, tantomeno quella del Presidente del Consiglio. Ma forse si è evitato proprio perchè Mentana non era una garanzia in questo senso.

    In ogni caso visto che le critiche ci sono comunque sia che una cosa Berlusconi la faccia o meno, è sempre meglio comunque fare la cosa giusta intanto e lasciare agli altri l’onere dello sbaglio e questo non è stato fatto. Semplicemente.

  5. Ciao Giomba.

    Ma infatti la colpa non è affatto dei reality. Non sono la causa delle cose, ma la rappresentazione della generalità dei comportamenti degli Italiani. Quindi stiamo freschi!!!!!

  6. i reality, dal GF in avanti, “sono” gli italiani.dei quali forniscono una fotografia impietosa. fortunatamente non rappresentano tutti gli italiani, ma solo una porzione di essi. gli stessi che l’altra sera se ne sono sbattuti di eluana e della sua fine godendosi appieno la puntata del GF. e che magari fino a poche ore prima si battevano il petto per “salvare” la vita della povera giovane….

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!