Serata tranquilla - tra ieri , oggi e domani ... Lacrime di malinconia ...


Una serata tranquilla ieri sera , passata a ballare la rhumba sotto il cielo scuro della sera , trapunto di stelle , lasciandomi trasportare da dolci melodie leggere , dal vento fresco della montagna , dal suono di chitarre e ritmi sognanti .
La tranquillità ha fatto da cornice a questa magica serata di armonie ed equilibri sottili , ma di una strana leggerezza nel cuore e nella mente . Nel silenzio , sentivo i pini piegarsi al vento fresco della montagna . Poi , il freddo della notte , ballando sotto milioni di stelle brillanti come diamanti . La luna sembrava a pochi metri da noi : dalla pista , vedevo lontane le luci arancioni della città , i ponti illuminati , i fari delle auto , e i miei pensieri sembravano dissolversi nei miei passi , nell’unisono di suoni e passi che accompagnava ritmi lenti e dolci , sensuale come il suono di un sax , come le chitarre che accompagnavano le emozioni di una sera in pochi amici . Poca voglia di scatenarsi , troppa voglia di sognare e lasciarsi andare nella stessa direzione del vento , ballando sull’enorme pista che sovrasta la città lontana , i pensieri , i rumori , le preoccupazioni .
La luna si rispecchiava sulla piscina , e il vento faceva increspare l’acqua su cui era riflesso il cielo scuro , divenuto chiaro , a sfumare , man mano che lo sguardo si avvicinava alla luce della luna .
La sensualità nei nostri passi suadenti , tutti uguali , precisi , cadenzati alle battute di quattro quarti , alle note di “si bemolle minore” .
Poi il freddo , nella notte diventata ormai mattino .
Pensieri sovrastano le frasi , le paure e le incertezze , silenzi rompono la solitudine , leggeri come foglie dagli alberi , pesanti come gli attimi dell’addio , in cui le mani non sfiorano più le mani .
Bisogno di carezze .
E via verso la luna , via verso le stelle che illuminano il cielo del mattino , via verso i fari rossi delle auto … Quanti pensieri llungo la strada , quante emozioni che vorrei rivivere tante altre volte …
Le dolci melodie sensuali sotto il cielo pieno di stelle sono come un sogno , come un equilibrio , un armonia , che forse , a ripensarci bene , avrei voluto divivdere con un amore …
Che bello sarebbe stato : ieri eravamo in pochi in pista . Quel grande spazio era tutto per noi , sotto la luna . E’ bellissimo sentire la natura intorno , vedere il cielo stellato , la luna su di te , e sentire le vibrazioni della musica … E nella sensualità di quei passi , provare ancora l’illusione di sentirti accanto a me , di toccare le tue calde mani , di sentire la tua voce ed i tuoi passi , il rumore delle tue scarpe che mi svegliava al mattino .
Ti ricordi qaundo parlavi piano perchè non volevi svegliarmi ? Eppure era una tra le cose più belle svegliarsi sentendo la tua voce , così calda , così magica , così bella . Era un sogno poterti sentire accanto , poter vedere i tuoi occhi . Come vorrei poterti chiedere “balliamo ?” e stringerti forte per non sentire freddo , mentre siamo in pista da ballo , io e te , con poche altre persone . E poi un bacio , una parola per dirti che ti voglio bene ed un altra per un “ti amo” . E poi una carezza , un bacio , e tutto quell’amore che c’è in me per te .
Sai quanto amore , sai quante carezze e parole vorrei ancora dirti : quanto bene sincero , quanto amore vorrei poterti dare , quanti pensieri vorrei condividere . Mi piacerebbe poter ballare con te , potermi divertire come facevamo noi . Mi piacerebbe poterti vedere nella tua eleganza , poter ballare con te sotto le stelle , poterti baciare , poterti stringere forte , poter sentire con te il fresco della sera e guardare l’alba , i silenzi che ci unirebbero ancora , se soltanto tu lo vorresti .
Se soltanto tu potessi , volessi ancora condividere la tua vita con me , avrei ancora una spinta per andare avanti . Avrei ancora te .
Che bello sarebbe : pensaci , io e te insieme , a divertirci , ballando insieme , dandoci ancora tanti bacini , tante carezze .
Che bello , ancora la nostra dolcezza . Non riesco a pensarti ormai lontana , non riesco a non vederti , a non sentirti . Non riesco più .
Vorrei ancora te , vorrei ancora sentirti su di me , vorrei essere ancora felice di dire che sei la mia ragazza , che siamo innamorati , e , pensa , che bello un giorno poter dire che “ci sposeremo” .
Ti ricordi , ci pensavamo sempre : era un nostro pensiero continuo , che spesso ci faceva passare il tempo anche solo immaginando che io e te saremmo stati grandi insieme .
Pensa che bello stare insieme , poter ballare , poterti sentire mia , essere orgoglioso di dire che sei la mia ragazza . Mi manchi davvero tanto , e non riesco più così … Non riesco più …
Ieri sera era tutto perfetto : il silenzio , la natura , poche persone che ballavano in quella pista così grande , forse troppo grande senza di te . Ho tantissimo bisogno di te , per i miei sogni , per la mia vita , per i miei pensieri , per tutto quello che rappresenti ancora per me , e che hai sempre rappresentato .
Ti voglio tanto bene , ti amo ancora : quel che mi manca . La luna era così vicina a me , e tu non c’eri … Ma io avrei voluta vederla insieme a te , avrei voluto sapere che la mia felicità mi era accanto … Quanto bene sento per te , quanto tu non sai .
Sento tanta tenerezza per te … Non riesco più a pensarti inesistente … Non ce la faccio più …

E quante notti in bianco davanti a un cielo stanco … Il grido del silenzio che annaffia fogli di malinconia per diventare cielo e diventare luna , ed inventarmi accanto a te … Io ti sento in ogni battito ti sento fino ad annullare me , un’implosione dove i sogni gridano il mio destino senza te . Nel sogno s’annida la mia libertà , e lì sarai sempre mia fino all’eternità . E quante notti in bianco davanti a un cielo stanco , il grido del silenzio , che annaffia fogli di malinconia per diventare mare e diventare amore , ed inventarmi accanto a te . Sono polvere che danza in un raggio di luce , una foglia che vibra su un ramo … Io non ho geometrie e vorrei volare via, si vorrei volare via con te … L’amore annulla il tempo , solo un secondo è già un’eternità . Mentre respiro vivi dentro me . Io ti do vita con le lacrime…
… Ma dove sei …

(Tratto da “Il grido del Silenzio” (Alessandro Errico)

6 Commenti

  1. “Tutte le volte che parlo di te
    mi manca il fiato e non so
    cos’è
    e a volte credo di star bene
    pensando a quello che mi
    conviene
    dimentico il mondo che
    respira
    quando mi sei vicina.
    Tutte le volte che parlo di te
    ho un nodo in gola e io so
    cos’è
    questa maledetta
    suggestione
    che ci fa cambiare umore
    che ci maltratta come un
    cane
    per farci amare.
    Anima.
    In questa vita c’è bisogno di
    più anima
    per sopportare quello che
    c’è intorno
    l’anima che ho lasciato fra
    le tue mani
    per non avere tutti i giorni
    uguali
    l’anima che troppe volte
    metti sotto i piedi
    l’anima che tiro fuori quando
    non mi credi
    l’anima che a volte ti fa
    ragionare
    anche se hai voglia di
    lasciarti andare.
    E a volte credo di star bene
    pensando a quello che mi
    conviene
    dimentico il mondo che
    respira
    per averti vicina.
    Anima.
    In questa vita c’è bisogno di
    più anima
    per sopportare quello che
    c’è intorno
    l’anima che ho lasciato fra
    le tue mani
    per non avere tutti i giorni
    uguali
    l’anima che troppe volte
    metti sotto i piedi
    l’anima che tiro fuori quando
    non mi credi
    l’anima che a volte ti fa
    ragionare
    anche se hai voglia di lasciarti andare” (P.Daniele) :* Ciao Giomba!

  2. Che bella la citazione.. già dalle prime parole ho riconosciuto la canzone (da qualche parte a casa ho anche lo spartito per suonarla al pianoforte). La dolcezza delle tue parole è sempre la stessa, anche se sono molto amare.. ma devi buttare fuori tutto l’amaro che hai dentro, perchè pian piano tu possa tornare a sorridere ed essere sereno e felice. Ti auguro solo di fare in fretta ad espellere il “veleno” che hai dentro.. per tornare a vivere bene!
    Buona notte, bacio

  3. Ciao Daniele e buon inizio settimana!
    Avevi ragione tu,è tornato tutto alla normalità,stamattina c’erano 9 mail,cmq ho dovuto cancellare tutto dopo aver registrato la musica inviata da Elena,ho dovuto ascolatarla da Firenzwe ieri sera e stmattina mwentre ritornavo da Firenze,menomale che ho risolto.
    A dopo :-)
    Ami

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!