Sessualità, il laser utile nelle operazioni alla prostata

Una nuova tipologia di laser verrà impiegata nelle operazioni alla prostata: servirà a preservare la vita “sotto le coperte”. I dettagli.

La stragrande maggioranza di uomini che si sottopone ad interventi alla prostata, sia per cause benigne che per case più importanti, come ad esempio i tumori, afferma di subire un drastico stop alla propria vita sessuale. Si tratta, verosimilmente, di uno stop quasi fisiologico, derivante dallo stress subito in fase operatoria. I ricercatori, però, hanno sperimentato un nuovo approccio operatorio basato sulla tecnologia laser, capace di rendere molto meno invasiva l’operazione in questione. La tecnologia ThuLEP, questo il nome del nuovo ritrovato, è stata totalmente sviluppata in Italia e permette di eseguire l’intervento in tempi brevissimi e con altissimi livelli di precisione: dai test si è visto che oltre il 50% dei pazienti operati tramite questa nuova tecnica non ha riportato “effetti collaterali” nella vita intima!

Si tratta, insomma, di un ritrovato di ultima generazione, capace di aiutare nella guarigione senza ripercussioni negative successive: è questa, insomma, la tecnologia che ci proietterà nel futuro!

Scrivi un commento