Sessualità, la psicoterapia utile per l'eiaculazione precoce

Un valido aiuto contro l’eiaculazione precoce arriva dalla psicoterapia: lo conferma uno studio dell’Università di Palermo. I dettagli.

Per molti, troppi italiani, il sesso diventa una vera condanna: il 17% degli italiani soffre, infatti, di eiaculazione precoce, capace di far diventare l’atto sessuale una vera sofferenza. Cinque milioni di uomini provano ansia sotto le coperte, senza contare la vergogna di non riuscire a soddisfare il proprio partner, la frustrazione che ne deriva, e quel terribile circolo vizioso che “inviluppa” sempre più la coppia, causando incomprensioni e arrabbiature. Un recente studio dell’Università di Palermo, tuttavia, ha dimostrato che un valido aiuto contro questo problema può arrivare grazie alla psicoterapia: la ricerca effettuata su 150 pazienti ha, infatti, dimostrato che chi si è sottoposto ad una psicoterapia ha visto aumentare il proprio tempo di eiaculazione da 75 a 323 secondi, che possono diventare 600 grazie al supporto dei medicinali prescritti contemporaneamente alla terapia!

Ancora una volta – e mai come in questo caso -, quindi, non dobbiamo aver paura (o vergogna) di rivolgerci ad un medico: ammettere di avere un problema significa, nella stragrande maggioranza dei casi, risolverlo per metà, e questa ricerca ne è l’ulteriore dimostrazione!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!