Smettere di fumare, per le donne è più facile prima del ciclo

Smettere di fumare - Per le donne è meglio prima del ciclo

Smettere di fumare? Secondo la scienza, per le donne è più facile se ciò avviene prima del ciclo: scopriamo insieme il perché.

Smettere di fumare è sempre difficile, ma, per le donne, potrebbe essere più facile se ciò avviene in un determinato periodo del mese, ovvero prima del ciclo mestruale: gli alti livelli ormonali, infatti, andrebbero ad incidere sulle difficoltà tipiche di chi smette rendendo più semplice l’arduo compito.

Lo conferma uno studio della Pennsylvania University, secondo cui i “flussi” ormonali femminili andrebbero a contrastare fattivamente gli effetti della carenza di nicotina: più nello specifico, si è visto come in fase ovulatoria, ovvero quando il rapporto tra progesterone ed estrogeni è più basso, le donne accusano maggiormente gli stimoli della dipendenza. Esattamente prima del ciclo, però, la situazione cambia considerevolmente, e la voglia di accendere una sigaretta si riduce considerevolmente. Tutto questo fa, quindi, pensare che le donne possono più facilmente smettere di fumare esattamente prima della data del proprio ciclo.

Sono state studiate, in laboratorio, 38 volontarie tra 21 e 51 anni: è stato chiesto loro di sottoporsi a risonanza magnetica funzionale, e, dopodiché, le volontarie sono state divise in due gruppi, ovvero coloro che non erano ancora in fase mestruale e coloro che stavano per entrarvi. L’analisi di laboratorio e la risonanza magnetica hanno, quindi, confermato l’ipotesi di laboratorio, ovvero che, in prossimità del ciclo, si disattivano le aree del cervello che, fattivamente, creano la dipendenza da nicotina, con i relativi “effetti collaterali”, a dimostrazione di come il progesterone faccia la differenza in tale specifica situazione.

Il mondo scientifico, comunque, è spaccato sull’argomento:

Nella fase luteinica, che segue l’ovulazione e precede la mestruazione, in alcune donne è esperienza clinica comune rilevare invece un’accentuazione della ricerca dei piaceri voluttuari, come maggior assunzione di dolci o alcolici, o di un maggior desiderio sessuale – spiega Sandro Viglino, Vice Presidente nazionale dell’AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani). Si tratta di un paradosso apparente, visto che la fisiologia ormonale suggerirebbe il contrario come riporta la ricerca. In altre invece è facile osservare calo dell’umore, irritabilità e altri sintomi della classica sindrome premestruale. Appare quindi difficile correlare la dipendenza e l’eventuale abbandono del vizio del fumo con i cicli ormonali: si tratta di uno studio interessante che dovrà comunque essere confermato da ulteriori valutazioni.

Insomma: opinioni a parte, tentar non nuoce. Care donne, volete smettere di fumare? Sapete precisamente che giorno provarci… E non dimenticate di farci sapere se ha funzionato! ;-)

Scrivi un commento