Spagna : Via il crocifisso da una scuola pubblica . Siete d'accordo ?

Con una sentenza che ha già destato centinaia di polemiche , e l’indignazione generale dei credenti , il giudice Alejandro Valentin ha deciso che i crocifissi di una scuola pubblica debbano essere rimossi , perchè lo Stato è "laico e neutrale" . Siete d’accordo ?
Le polemiche cominciano già a farsi sentire : nonostante il Consiglio Scolastico della scuola in questione fosse contrario alla rimozione , il Giudice del tribunale di Valladolid ha deciso di accogliere la richiesta di un genitore e di una assocazione per la difesa della scuola laica . La decisione è stata presa in considerazione della Costituzione Spagnola , che , appunto , ricorda che lo Stato è "laico e neutrale" .

Siete d’accordo con questa sentenza ? Pensate che lo Stato possa decidere se sia giusto o meno tenere dei simboli religiosi all’interno degli spazi pubblici , o credete che tutte le religioni vadano rispettate , e per far ciò i simboli vanno eliminati del tutto ?

Attendo di sapere cosa ne pensate in merito !

Un bacio dal vostro Giomba !
;-)

93 Commenti

  1. Non ritengo sia una scelta fatta con criterio. Hanno provato a farlo anche in Italia, siamo una nazione cattolica, come possiamo accettare cose simili? E’ come se noi, trasferendoci in terra musulmana chiedessimo di non leggere più il corano!!!!! Ci taglierebbero la testa!

  2. Non siamo uno stato cattolico!
    &ltbr/>Siamo uno stato LAICO!
    &ltbr/>I simboli religiosi o ci sono tutti o non deve essercene nessuno!
    &ltbr/>
    &ltbr/>La foto del Presidente della Repubblica deve essere presente in tutti i luoghi dello stato.

  3. Povero Cristo cacciato via anche dalle scuole della cattolica Spagna.Ma che male puo’ fare un crocefisso? La secolarizazzione è una minaccia per il mondo occidentale.Un mondo che avrà come Dio solo il denaro è destinato ed estinguersi ed essere sopraffatto da genti che ha nella religione una forza in più ,vedi i Musulmani.

  4. io penso si debba avere il massimo rispetto per tutte le religioni e, proprio per questo, essendo la Spagna un paese di origine cattolica le altre religioni si dovrebbero adattare e non imporsi….è come se un cristiano andasse in un paese mussulmano e dicesse che i mussulmani non debbano fare le preghiere o seguire i loro rituali….E’ PAZZESCO!!!
    &ltbr/>PAESE CHE VAI USANZA CHE TROVI…..NON SI DEVONO TOGLIERE I SEGNI DELLA NOSTRA CULTURA soprattutto questi segni che nella realtà di questi giorni danno un segno di speranza

  5. Spero solo sia un caso isolato (meglio sarebbe stato se non c’era nemmeno questo caso , ma comunque …) anche perchè è davvero brutto leggere queste notizie ma , ancor di più , sapere che decisioni di questo tipo possano poi essere “emulate” !

  6. Povero cristo, IN UN PAESE LAICO DEVE SPARIRE!!!!!! sulla croce sta scomodo, allora aiutamolo a rovargli un posto decente, voglamo toglirlo perchè e stnco delle nostre idee, ci da fastidio vrderlo su una croce !!!!! verra un giorno che tutto finirà per noi, ma LUI E DA SECOLI CHE CI DA MONITO E LA VITTORIA E SUA.
    &ltbr/>

  7. Credo che non sia corretto far sparire simboli religiosi che hanno sempre accompagnato i bambini ed i ragazzini nella loro formazione. Basta che non ci sia un atteggiamento “razzistico” nè in un verso nè nell’altro: se non ci credo non ci credo e non mi dà nessun fastidio un crocifisso, se ci credo male non fa. Se andassimo in un paese musulmano di sicuro non toglierebbero per noi i loro simboli: credo quindi che l’unica cosa importante sia essere tolleranti e corretti gli uni verso gli altri.

  8. penso che il problema di “noi” cristiani sia proprio la poca forza di imporci su queste cose forse perchè ci si vergogna di esternare la propria fede per paura di essere giudicati.
    &ltbr/>non capisco in questa società sono diventate “normali” cose “ASSOLUTAMENTE ANORMALI” essere infedele alla moglie/marito,rubare, fare atti di vandalismo/razzismo…
    &ltbr/>invece le cose “VERAMENTE NORMALI” SONO DIVENTATE ANORMALI….sarà proprio per questo nostro modo di essere remissivi?
    &ltbr/>…tanto per la cronaca….IO IN UFFICIO HO IL CROCIFISSO

  9. Vedete , cari Roberto , Lady Oscar e Lylly ,
    &ltbr/>se ne facciamo una questione di “tolleranza” , posso capire che si acorretto che ci sia rispetto reciproco . Ma qui la situazione è diversa .
    &ltbr/>
    &ltbr/>In nome del “rispettare tutti” il crocifisso è stato tolto : e il rispetto per chi è credente ?

  10. E’ complicato rispondere all’amico Giomba,
    &ltbr/>in italia abbiamo il papa che domina la politica e la religone in spagna no. In italia siamo troppo legati al nostro dio ed ai nostri idoli in altri paese accolgono meglio gli stranieri rendendo tutti uguali davanti alla religione. Io reputo giusto quello che ha fatto la spagna
    &ltbr/>se ricordiamo le crociate, tutto quello che abbiamo fatto in nome di dio alla fine non abbiamo ucciso, recluso etc.
    &ltbr/>E contro gli eberi durante la guerra che li davamo ai tedeschi per ottemprare le leggi razziali.Io credo che quando si crede in un dio nn serve attaccarlo al muro e/o obbligare gli altri ad adorarlo… credo che sia giusto che ognuno adori il proprio nel rispetto e nella legalita ci definiamo un paese civile ma a volte dimostriamo il contrario… Nella vita non esiste solo il bianco o il nero non siamo cosi ostinati cosi chiusi lasciamo vivere gli altri nei fondamenti della reglione cristiana ” ama il tuo prossimo come te stesso” perchè lo stesso Dio quando ha scritto i 10 comanadamenti non ha specificato se deve avere lo stesso colore, la stessa relegione o lo stesso ideale ma di amare tutti per quello che sono e prenderli come sono…
    &ltbr/>Buona vita a tutti…
    &ltbr/>Sergio martucelli.s@tiscali.it

  11. Sono d’accordo, un paese laico con costituzione laica non deve avere ingerenze religiose, di qualsiasi religione. E’ inutile portare come paragone “Loro” in casa propria non permettono questo e non permettono quello! Hanno una costituzione dettata dalla religione non laica come la nostra, stanno passando il periodo “buio” come abbiamo già passato noi (e purtroppo noto che ancora non c’è illuminazione). Nessuno ha preteso di chiudere i luoghi di culto, massima tolleranza per i vari credo religiosi, ma in un luogo di culto. Non capisco perchè in un luogo laico ci debba essere imposto un simbolo religioso (e guarda caso sempre e solo lo stesso) unica soluzione a togliere “L’Unico simbolo” e mettere tutti i simboli, allora possiamo professarci tolleranti.

  12. Ciao Sergio : mi complimento con te per la profondità e la maturità delle tue parole . Purtroppo , come sempre , bastererebbe applicare un pò di “buon senso” , quel “pizzichino” in più che , solitamente , potrebbe risolvere tante “magagne” !
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Brù : beh … Potrebbe essere una idea :-D
    &ltbr/>Scherzi a parte , il tuo commento potrebbe riassumersi in “se le regole valgono , valgono per tutti” . E anche questo modo di vedere le cose potrebbe essere plausibile ! :-)
    &ltbr/>
    &ltbr/>

  13. mettere o togliere un crocifisso da un muro non è cosi’ importante!
    &ltbr/>l’importante è sapere perche’ quel genitore lo volesse tolto dal muro!!
    &ltbr/>ne aveva paura?? era di un’altra religione tipo islamche fanno uscire le donne col burca ecc.
    &ltbr/>se c’e’ sempre stato la tolleranza è anche rispettare un’usanza.
    &ltbr/>

  14. Perfettamente d’accordo.
    &ltbr/>Cosa ci sta a fare, infatti, un simbolo religioso in un edificio pubblico? Cosa ha detto Cristo? “Date a Cesare etc.”, cioè tenete separato il civile dallo spirituale. Non capisco chi vuole mescolare i due aspetti in nome di discutibili “radici”: soprattutto, non capisco in cosa saremmo poi diversi dall’Iran di Khomeini a parte appellarsi al Corano piuttosto che al Vangelo.
    &ltbr/>Piuttosto, è triste che, come spesso in Italia, sia il giudice a doversi sostituire al legislatore…

  15. Mah …
    &ltbr/>Ripeto a dire : come ho detto prima agli altri amici che hanno commentato , sono princiaplmente “punti di vista” . Il peggio è che il crocifisso si toglie per delle idee “diverse” che potrebbero dar noia a chi non è credente … Però , se è vero che bisognerebbe usare il “buon senso” , forse , non è neanche corretto togliere il simbolo , nei confronti di chi è credente !

  16. penso sia giusto che non venga rimosso le persone con religioni diverse che trovano a casa di altri simboli ed altro dove loro sono ospiti o futuri residenti simboli e altro al di fuori delle loro nazioni situazioni diverse le devono accettare come rispetto altrui di etica, religioni ed altro altrimenti e meglio starsene a casa propria mangiando il proprio cibo e vivere la loro ignoranza che trascinano da secoli

  17. penso non sia una cosa giusta questa… io non sono razzista, però non è giusto che persone immigrate vengano qua e decidano di comandare… è una cosa che non ha senso… se qualcuno di noi andasse in un paese straniero a chiedere queste cose ci chiuderebbero la porta in faccia… ma oltre questo non è giusto togliere il crocifisso perchè noi siamo credenti e vogliamo lasciarlo…

  18. Giomba, non è per “buon senso” che si deve tenere un simbolo per non far torto ai credenti, perchè tenerlo si fa torto ai non credenti e ai diversamente credenti, quindi chi avrebbe ragione? Tutti? Nessuno?
    &ltbr/>Stiamo parlando di luoghi pubblici di una repubblica laica, è come chiedere di mettere il simbolo della repubblica italiana nelle chiese. La confusione nasce nel momento in cui si fa la seguente equazione
    &ltbr/>Togliere il crocifisso dagli uffici pubblici=Togliere il crocifisso ai credenti cristiani. Credi veramente in questa equazione?
    &ltbr/>Il buon senso, come già dicevo, impone di mettere tutti i simboli o nessuno, essendo quest’ultimo più attuabile credo che sia quello giusto. Ripeto nessuno si è mai permesso di dire togliete il crocifisso dalle vostre case o dai vostri uffici privati. Un ottima lettura sarebbe l’articolo 3 e l’articolo 7 della nostra Costituzione.

  19. Il Crocifisso è sinbolo della rivoluzione cristiana che dice agli uomini che siamo tutti ugualmente e profondamente amati da Dio.Da li nasce una straordina forza che puo fare di ciascuno di noi un uomo meraviglioso,e una vera,grande civiltà.Chi ama sinceramente l’uomo è assolutamente necessario che lo conosca,e chi lo conosce sa che non possiamo prescindere da Lui,pena conseguenze gravissime per l’umanità.Quella Croce rappresenta tutti,da motivo e valore alla vita degli uomini che sono esistiti che esistono e che esisteranno,a tutte le immani sofferenze e ingiustizie che senza di essa non avrebbero spiegazione. Che Dio ci aiuti a capire.
    &ltbr/> Giampaolo
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>
    &ltbr/>

  20. Ma che fastidio può dare? Io lo trovo assurdo. Proviamo a chiedere ai musulmani di togliere i loro simboli, come minimo ci tagliano la testa.
    &ltbr/>Riflettiamo finchè siamo ancora in tempo.
    &ltbr/>Buona settimana.

  21. E’ora di finirla!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!sono gli immigrati che si devono allineare e non noi!!!!!!Se restassero a casa loro sarebbemolto meglio per tutti,e’ diventato uno schifo !!!!!!!!

  22. Ciao Brù :-)
    &ltbr/>Mannò , avevo capito : dicevo che , sostanzialmente , si viene a creare un “conflitto di idee” tra chi è credente e non vuole che il crociffiso sia tolto e chi , giustamente , fa il tuo ragionamento e non ci vede nulla di strano . Tutto qui :-)
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Giampaolo : le tue sono , sicuramente , le parole di un credente ! :-)
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Ale :-)

  23. se il signor giudice provasse solamente a sedersi Davanti ad un Crocefisso ed ad osservarlo profondamente ed attentamente Cambierebbe idea immediatamente,capendo forse il perchè lui si trova sulla Terra

  24. Giomba metti un po’ d’ordine :-), nel tuo blog si fa riferimento ai mussulmani? E’ per questo che il giudice spagnolo ha emesso la sentenza? Il genitore in questione è islamico o un non credente spagnolo? Non capisco perchè ci si deve ridurre sempre a questo quando si parla di crocifisso (però si è non razzisti :-)).
    &ltbr/>Otto, noi di teste ne abbiamo tagliate a migliaia in nome di Dio, non dimentichiamoci la storia.
    &ltbr/>Giampaolo parli dello stesso crocifisso che avevano sul petto e sugli scudi i crociati? Se devo essere amato così preferisco essere odiato :-)

  25. ATTENZIONE !
    &ltbr/>Più di una volta sono stati tirati in ballo i Musulmani , ma tengo a sottolineare che nessuno ha parlato di Musulmani , nemmeno io nel post , ne la notizia si riferisce a loro !
    &ltbr/>Quindi , Bru , non si parla di loro :-)
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Nicola , concordo ! :-)

  26. Sono disgustato da questa notizia dall’ex-cattolicissima Spagna! Ogni Stato ha la sua religione, la sua cultura, le sue tradizioni. In molti Paesi islamici si rischia la pena di morte per prosetivismo solo perchè si ha una Bibbia nella borsa!!!
    &ltbr/>Questo è il modo migliore di aumentare la xenofobia, non di diminuirla!!

  27. Ricordo una nazione molto timorata da Dio con tanti pregiudizzi e’ molto superstiziosa,oggi vai col matrimonio gay,via i crecefissi dalla scuola,eppure un certo Torquemada li aveva istruiti bene un popolo multietnico piu’ del nostro paese,in cui tutti sono andati d’accordo….come si cambia!

  28. Lascerei fuori la ”legge” dalle questioni religiose….ognuno è libero di credere al Dio che vuole x tanto nn penso che x un musulmano piuttosto che x un buddista vedere il nostro crocifisso appesa sia un trauma di proporzione disastrose….

    Lasciate che le ns religione nn venga soprafatta dalle altre popolazioni siamo cmq in CASA NOSTRA!!!!!

    [COMMENTO EDITATO DAL GIOMBA : Commento ripetuto]

  29. Lascerei fuori la ”legge” dalle questioni religiose….ognuno è libero di credere al Dio che vuole x tanto nn penso che x un musulmano piuttosto che x un buddista vedere il nostro crocifisso appesa sia un trauma di proporzione disastrose….
    &ltbr/>
    &ltbr/>Lasciate che le ns religione nn venga soprafatta dalle altre popolazioni siamo cmq in CASA NOSTRA!!!!!
    &ltbr/>
    &ltbr/>

  30. E’ una vergogna !!!!!
    &ltbr/>Ma ormai non mi meraviglio più di niente. Stiamo distruggendo con le nostre mani quei pochi valori cristiani che ci sono rimasti. Tra molto presto saremo Noi tutti gli schiavi e loro i padroni. Forse lo meritiamo !! Il governo precedente Prodi composto da cattocomunisti aveva lanciato la palla ma per nostra fortuna il popolo lo ha mandato a casa e speriamo lo faccia ancora.

  31. Ciao Guido .
    &ltbr/>Come ho detto , non penso sia tanto una questione “politica” . Piuttosto , dovremmo sperare che sia un caso unico , che non si ripeta più !
    &ltbr/>
    &ltbr/>Partendo sempre dal presupposto che ognuno ha le proprie idee e il proprio credo eh !

  32. sono cattolico, poco praticante. Penso che sia l’ennesimo colpo che l’ateo scaglia contro Dio, come se la storia non ci avesse insegnato nulla, anche la cronaca quotidiana dovrebbe far riflettere e invece troviamo che chi ci governa è ateo, freddo e calcolatore. Mi domando a chi servono queste prese di posizione e cosa si voglia dimostrare chi ha orecchi per intendere….

  33. Caro Brù,io parlavo di quello che avevano nel cuore S. Francesco, S.Govanni Bosco, Madre teresa di Calcutta, Giorgio Lapira,Giovanni Paolo secondo, insieme a altri milioni di uomini, che per amore di Gesù amano l’uomo incondizionatamente, e lo rendono consapevole del suo grande valore, e degno di portare questo nome,perchè il Crocifisso da dignità a tutti gli uomini facendoci sentire amati in maniera folle da Dio.

  34. Assolutamente contrario.
    &ltbr/>Non sono religioso e tantomeno praicante, ma sono assolutamente contrario pe molti motivi che potrei sintetizzare in:
    &ltbr/>1) Identità di un paese.
    &ltbr/>2) Valori etico morali che la religione insegna, non è certo l’unico modo per insegnare questi valori, ma sicuramente stà andando di paripasso la perdita di valori con l’ateismo dilagante.
    &ltbr/>3) Rinnegare un appartenenza religiosa di un paese.

  35. quando un magistrato non ha nulla da fare … però la libertà permette di fare anche questo. l’ecquivalente in Iran di rinuovere l’immagine di kimeini sarebbe la condanna sicura alla forca

  36. Noi siamo come erranti sulla terra e, se non ci fosse dinnanzi a noi la preziosa immagine di
    &ltbr/>Cristo, ci smarriremmo e ci perderemmo del tutto come il genere umano prima del diluvio”
    &ltbr/>- Dostoevskij –

  37. Rientro nel blog dell’amico Gioba per aggiungere una cosa non capisco la maggior parte dei post tutti che sottilineano il discorso dell’Islam voglio aggiungere questo io non difendo l’Islam o i cattoloci io difendo l’idea se è un paese laico a che serve esporre i crocefissi,chiedo scusa se qualche cattoloco si senta offeso ma ci sono due principi fondametali la vita è bella e non importa chi ce l’ha donata se si chiama HaLLA, cRISTO, ma importa vivere nel rispetto degli altri cercando di non creare una guerra in nome di una religione in un mondo dove il valore della vita ha perso valore non è un pezzetto di legno con un cadavere appeso come lo definirono tempi addietro che per molti rappresenta la religione ma per me rappresenta lo scempio dell’uomo contro un altro uomo dovrebbe rappresentare la vergogna dell’uomo che senza scrupoli ne uccide un altro in nome di una religione diversa…ora vogliamo continuare una inutile crociata sul valore di un crocefisso… incominciamo a rispettarci a aiutarci tra di noi perchè come ha detto sempre Dio siamo tutti fratelli. Concludo dicendovi questo frequento una ragazza islmaca e vi garantisco che a volte mi vergogno di essere italianio, cattolico etc perchè l’amore che hanno loro verso il mondo il rispetto che hanno loro verso tutti e l’amore verso tutti è da prendere da esempio.. ora nn voglio destare i bigotti che frequentato il blog ma vi garantisco la mattina provate a sorridere a chi vi insulta a regalare una carezza a chi vi offende sicuramente vi sentirete più appagati con voi stessi perche in quel momento avete affermato di essere buoni cattolici…Un abbaccio a tutti
    &ltbr/>sergio martuscelli

  38. Date a Dio quello che è di Dio

    Date a Cesare quello che è di Cesare

    La scuola è laica, chiunque si deve sentire a casa propria, quindi giusto toglierlo!

    E’ ricordatevi che il corocifisso non è il simbolo di tutti i cristiani, i protestanti usano esclusivamente la croce, in quanto Cristo è risorto!

    Grazie per l’attenzione!

    [COMMENTO EDITATO DAL GIOMBA : COmmento ripetuto ! :-) ]

  39. credo che la sentenza sia giusta e leggittima, non che le religoni non devono essere presenti nalla vita di ognuno ma l’istruzione dovrebbe essere laica,sta ai genitori,e alla chiesa educare alla religione, con la catechesi, non alla scuola imporre simboli, e ore di religione,addirittura dall’asilo non sarebbe forse meglio chea bambini di 3 anni, si facesse fare un pò di moto,invecereligione..??!!!

  40. Buonasera a tutti ! :-)
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Erso ! :-D
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Leo : concordo :-D
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Sergio ! Grazie ancora per il tuo commento e la tua testimonianza ! :-)
    &ltbr/>(Ehm … GioMba , non Gioba :-D)
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Bradipo ! :-)
    &ltbr/>
    &ltbr/>Ciao Sara ! :-D
    &ltbr/>
    &ltbr/>Devo dire che tutti i vostri commenti , favorevoli o contrari , sono una grande dimostrazione di come la religione sia un’argomento che è preso a cuore e , ancora , riesce a farci confrontare e riflettere ! :-)

  41. andrebbero bene a vedere cosa vol dire religione a megygorie e credere a maria convertisir nei posti come lurd andate a megygorie a capire che cosè il cristianesimo dio li giudicherà lìabbiamo gia messo in croce labiamo gia fatto soffrire basta basta

  42. Eh, bell’argomento!!! in realtà da Cristiana penso che il Crocifisso debba rimanere dov’è stato finora … come ogni paese che professi una religione diversa dalla nostra fa … però mi chiedo un’altra cosa: quando la smetteranno di gettarci il fumo negli occhi con queste questioni cercando di distoglierci da quelli che sono i problemi autentici???? Vedi riforme alla scuola, vedi casi di bullismo in classe, vedi violenze varie …. è un discorso che non finirà mai ….
    &ltbr/>Comunque bel post e complimenti per l’HP!!!
    &ltbr/>PS c’è un voto da dare … a ME!!!! mandi e buona serata!!! :-*

  43. Sono d’accordo. Tropppi cristiani si sentono la coscienza a posto perché hanno attaccato al muro un crocifisso! Il problema della Spagna poi è un altro: la barbarie della corrida che sopravvive. Vergogna!

  44. Tutto si può fare. L’equivoco: uno stato “laico” (parola sommamente equivoca) deve rispettare e tutelare tutte le manifestazioni religiose, non combattele… cmq ci sono 0ttocento milioni di persone che soffrono gravenente di fame e …. si fa la guerra ad un simbolo di sofferenza, di perdono e di pace… Stoltezza umana! cpz.

  45. Parola equivoca “stato laico”, dovrebbe essere che rispetta e tutela tutte le manifestazioni religiose e culturali, non che le combatta… E poi ci sono 0ttocento milioni di persone che soffrono fortemente la fame e ci si messe a far la guerra ad un simbolo di dolore, di perdone e di pace… Stoltezza umana! cpz.- rm, 24.11.08.

  46. il mio giudizio è superiore a quel giudice che ha emesso una sentenza di togliere il crocifisso dell’aula di scuola a lui cosa importa se il crocifsso è stato in quel’aula da tanti a tantissimi anni a Lui cosa li dava fastidio difar togliere il crocifisso è una cosa vergognosa di più non si può. Lo stato spagnole, o lo stto italiano perche non vanno nei paesi del medio Oriente o un paese qualsiasie vanno a dettare delle leggi sulla fede della nazione.
    &ltbr/>Quindi, per me e gravissima questa sentenza , offende la dignità di tutta la Spagna, ne meno ai tempi di franco.

  47. rispettare tutte la religioni non vuol dire togliere i simboli religiosi ma accettare quelli che ci sono, se vado in un paese dova prevale la statua di budda io no pretendo che venga tolta in rispetto a chi non crede in Budda: religione e’ rispetto non integralismo.

  48. La sentenza mi trova assolutamente d’accordo. Se in uno stato che si dichiara laico si ammette l’esposizione dei simboli cristiani, allora, per par condicio, deve essere consentito anche l’esposizione di simboli, islamici, animisti, buddisti e via dicendo. Inoltre, la Chiesa ha già troppo pesantemente condizionato la società civile, nei secoli passati, sarebbe ora che la smettesse.

  49. La laicità dello stato come difesa di ogni individuo di essere credente, o meno, in qualunque religione è fatto doveroso.
    &ltbr/>Bene hanno fatto in spagna, nessun divieto di manifestare le proprie opinioni religiose, ma neppure nessun obbligo a dover assistere inermi ad esternazioni non condivise.
    &ltbr/>E’lo stato moderno che si contrappone all’integralismo medioevale, attualissimo anche in molti paesi arabi.

  50. Vorresi suggerire a quel sig. Zapatero, che dovrebbe solo vergognarsi. Ci sono problemi tanto importanti e lui se la gode con quel giudice blasfemo nel obbligare le scuole a togliere il simbolo cristiano, IL CRISTO SULLA CROCE !
    &ltbr/>Vorrrei fargli fare un viaggetto nei paesi mussulmani ed obbligare quesi signori a togliere i simboli di budda o simili. Minimo lo impiccherebbero! Zapatero e tu giudice, quale fastidio vi può dare quel simbolo della cristianità? Fermate ed eliminate la delinquenza, la droga la fame..ecc. altro che togliere il CRISTO DAI MURI…VERGOGNATEVI !!!!!

  51. Quante chiacchere, la religione è una cosa personale intima, l’imposizione di simboli, veli o quant’altro riguarda solo gli uomini, sopratutto quelli che da questi ne traggono vantaggio in potere. Il vero simbolo della religione cristiana è in vaticano con la sua opulenza e sfarzo, la scuola dovrebbe essere in tutto il mondo un posto dove si insegna a ragionare e a scegliere e l’imporre simboli dando per scontato appartiene ad un altro secolo quello scorso, spariranno da soli!

  52. Secondo me è posta male la richiesta perchè è come se Dio venga cacciato dalle aule scolastiche, ma chiediamoci quanti ragazzi lo guardano o si soffermano o addirittura mettono in pratica le regole della cristianità. Ammettiamo pure che il 90% dei ragazzi se ne infischia..
    &ltbr/>Sono cattolica e praticante e mi trovo d’accordo con questa sentenza, nessuno mi può vietare di togliermi il crocifisso dal mio collo, ma un crocifisso che nessuno considera meglio di sì.

  53. Il crocefisso rappresenta la Cristianità, ma ci ricorda che un uomo, oltre 2000 anni fa, fu ucciso per salvare tutti gli uomini sulla terra, perciò la morte di Gesù è per tutti gli uomini ,senza distinzione di razza o religione.
    &ltbr/>Tutto questo rappresenta la fede, il credo, che purtroppo non tutti hanno perchè un dono.
    &ltbr/>Per questo motivo la croce per pochi non ha nessun significato.
    &ltbr/>e’ giusto! sbagliato? Chi lo sa…
    &ltbr/>da un ateo, un abbraccio fraterno a tutti

  54. indipendentemente dalla religione un crocefisso non ha mai fatto male a nessuno ed è un simbolo della nostra cultura sia religiosa che laica,chi viene nel nostro paese dovrebbe rispettare le nostre tradizioni anche se non sono imprigionati se non lo fanno come invece succede se noi andiamo nei loro paesi e questo penso vale anche per la Spagna,o torniamo ai tempi delle catacombe? ciao Ida

Scrivi un commento