Star male per chi non merita non ne vale proprio la pena!

Star male per chi non merita non ne vale proprio la pena

Star male per chi non merita non ne vale proprio la pena: tante volte mi sono ripromesso di non farlo, anche se non sempre è semplice…

Star male per chi non merita non ne vale proprio la pena: c’è una vita piena di spunti da seguire, piena di possibilità, piena di alternative, e star male per chi ci ha fatto del male, o per chi ci ha – a propria volta – fatto star male non è soltanto insensato, è masochistico!

In fondo, siamo esseri umani fatti di carne, ossa, e – non sempre – con un cuore che a volte ragiona al posto del cervello, con risultati che, nella quasi totalità dei casi, sono da definirsi disastrosi, ma bisogna sempre cercare di mantenere alta l’attenzione sul modo in cui affrontiamo la nostra quotidianità e la nostra vita: ci sta avere un momento di debolezza, ci sta fermarsi a riflettere, ma star male è davvero senza senso, come è senza senso pensare anche solo lontanamente di provare dolore, di provare tristezza nei confronti di gente che ha un cassonetto al posto del cuore, come diceva Buffon!

Non ne vale la pena: la nostra vita merita sicuramente di più, ma, ancor meglio, siamo noi che meritiamo di meglio e di più, che meritiamo ciò che di meglio la nostra vita è in grado di regalarci: che senso ha buttare il meglio del nostro tempo appresso a ricordi, appresso ad arrabbiature, appresso a qualsiasi cosa che non abbia nessun valore pratico e produttivo? La risposta è semplice: nessuno, ma è fin troppo semplice spiegare al cuore le ragioni del cervello!

E allora, ricordiamoci sempre che la peggior rabbia è quella dei buoni che perdono la pazienza: in fondo, una persona buona può, forse, soffrire, anzi sicuramente, ma ad un certo punto comprenderà quanto ha sofferto, e sarà la volta buona che non tornerà mai più indietro, neppure per un solo istante!

Scrivi un commento