Stress, paradossalmente potrebbe far bene al cervello

Stress - Paradossalmente potrebbe far bene

Stress benefico per il cervello? Paradossalmente sembra di si: lo confermano gli esperti al termine di uno studio. Scopriamo i dettagli.

Stress dannoso o stress salutare? La questione è quantomai aperta: per anni ci siamo, infatti, sentiti dire che lo stress è dannoso e può causare danni anche importanti. Eppure, la Dallas University è fermamente convinta del contrario: sottoporsi a giornate dense d’impegni e sempre di corsa, infatti, rallenterebbe il declino delle funzioni cognitive, come dimostrato attraverso uno studio che ha coinvolto 330 volontari over 50.

Ad ognuna di queste 330 persone è stato, infatti, sottoposto un questionario, in cui veniva chiesto di parlare delle proprie responsabilità giornaliere, siano essere lavorative che familiari. A seguire, gli stessi volontari sono stati sottoposti a test delle proprie funzioni cognitive: il risultato è stato, a dir poco, sorprendente. E’ infatti emerso che, a prescindere dall’età e dal grado di istruzione, l’impegno giornaliero costante, sia esso anche pesante, garantisce, comunque, migliori performance cognitive, che, peraltro, non perdono la loro efficacia nel tempo!

Gli esperti vogliono, adesso, capire quale sia il nesso logico tra una vita indaffarata e il miglioramento delle funzionalità congitive, in maniera da studiare tale correlazione e poterla, in qualche modo, rendere utilizzabile anche in altri settori, magari utili a curare patologie anche più importanti relative alla sfera cognitiva e mentale: da notare che l’intento originale dello studio era capire se e quanto una vita indaffarata potesse rivelarsi deleteria per la mente.

I ricercatori hanno, infatti, commentato:

Eravamo interessati a vedere se una vita troppo impegnata fosse deleteria o meno per la mente, visto che è risaputo che troppi carichi si associano a un carico di stress da non sottovalutare.

Insomma: staremo a vedere quali saranno i risultati di tale studio. Nel frattempo, si potrebbe tranquillamente affermare che vale la classica “regola del buon senso”: si sa che “il troppo stroppia”. Perché esagerare, quindi, stressando esageratamente il cervello?

Scrivi un commento